A Gardaland con passione

Danza d’amoreper i cavallucci. E lui partorisce

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
G.B.

Peri­o­do di amori al Seal­ife: gli Hip­pocam­pus di Bar­bour, una delle specie di cav­al­luc­ci mari­ni pre­sen­ti nel grande acquario tem­atiz­za­to, sono pro­tag­o­nisti di stra­or­di­nar­ie danze nuziali, veri e pro­pri cer­i­mo­ni­ali di corteggia­men­to. Un’occasione in più per conoscere da vici­no queste crea­ture marine che si ripro­ducono in maniera del tut­to par­ti­co­lare: sono i maschi infat­ti a portare avan­ti la ges­tazione delle uova sino alla nasci­ta dei piccoli.Tutto ha inizio col rit­uale del corteggia­men­to, in la cop­pia si esi­bisce in elab­o­rate parate nuziali in cui le sin­u­ose moven­ze si asso­ciano a cam­bi di col­ore del man­tel­lo fino a quan­do mas­chio e fem­mi­na, drit­ti l’uno di fronte all’altro, si affer­ra­no per la coda e nuotano lun­go una colon­na d’acqua in una dan­za d’amore. Il mas­chio gon­fia il cosid­det­to «mar­su­pio» e la fem­mi­na, pre­men­dogli il ven­tre con­tro, vi intro­duce le uova mature.La ges­tazione varia dalle due alle sei set­ti­mane; dura­ta che può ridur­si con l’aumentare del­la tem­per­atu­ra dell’acqua. Il par­to avviene durante le prime ore del giorno: il mas­chio che «espelle» i cuc­ci­oli con una serie di con­trazioni addom­i­nali. Da allo­ra i baby cav­al­luc­ci sono autono­mi e nuotano in cer­ca di cibo. Il loro numero varia da 5 a 1000, sec­on­do specie e dimensioni.

Parole chiave: