L’«Alloro della Riviera» alla jazzista Cristina Mazza

Eva Grimaldi e Milo Manarasul podio del «Leigh-Olivier»

12/07/2008 in Manifestazioni
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
S.J.

Un pre­mio nazionale di uni­co nel genere. Non solo per­ché ded­i­ca­to alla memo­ria di due gran­di attori del pas­sato, Lau­rence Olivi­er e Vivien Leigh ospi­ti negli anni Cinquan­ta a Gar­da nel­la locan­da San Vig­ilio, ma anche per­ché esce dai cliché, spes­so «bar­bosi», dei pre­mi let­ter­ari. Il mer­i­to è di Andrea Tor­re­sani, un eclet­ti­co, capace di trasfor­mare in risa­ta anche ciò che è serio.Incoronati, nel­la ser­a­ta, la giunon­i­ca Eva Grimal­di, veronese doc, e Milo Man­ara; a entram­bi il pre­mio Vivien Leigh e Lau­rence Olivi­er. Grimal­di, come molti, ha dovu­to las­cia­re i ristret­ti ambiti del­la Cit­tà di Giuli­et­ta per trovare fama, suc­ces­so e noto­ri­età; attrice, ha inizia­to a lavo­rare in tele­vi­sione per «Dri­ve In», per poi far­si notare da Fed­eri­co Felli­ni e suc­ces­si­va­mente alternare film d’autore ad altri «di cas­set­ta», pas­san­do quin­di a inter­pretare diverse fic­tion tv. Da con­suma­ta pro­fes­sion­ista Eva Gimal­di ha atte­so, tra un pre­mi­a­to e l’altro e i salu­ti di rito del sin­da­co Davide Bendinel­li, il suo momen­to pri­ma di salire sul pal­co del­la sala con­gres­si davan­ti a non più di una ses­san­ti­na di per­sone e guardare drit­to negli occhi Andrea Tor­re­sani, diret­tore di un pre­mio che si fre­gia anche patrocinio del­la pres­i­den­za del Con­siglio dei min­istri. «Sei incred­i­bile e di una gen­uinità mostru­osa», ha esclamato.Grimaldi, al pari di Milo Man­ara, era arriva­ta a Gar­da a bor­do di una Lim­ou­sine Lin­coln: una scenografia spet­ta­co­lare a ricor­dare i fasti del pas­sato. Poi il via ai pre­mi del IX Con­cor­so Nazionale let­ter­ario che attrae con­cor­ren­ti da tut­ta Italia. Una ser­a­ta che ha vis­to la con­seg­na dell’«Alloro del­la Riv­iera» alla jazz­ista Cristi­na Mazza.Divertente il «talk show» con Milo Man­ara e Eva Grimal­di mod­er­a­to dal­la pre­sen­ta­trice Grazia Mar­con pri­ma del­la con­seg­na delle scul­ture opera di Gio­van­ni Finar­di. «È la pri­ma vol­ta che rice­vo un pre­mio a Verona», ha salu­ta­to Eva Grimal­di chi­u­den­douna ser­a­ta che ha vis­to i riconosci­men­ti per la poe­sia edi­ta a Pierange­lo Scate­na di Castel­n­uo­vo di Garfag­nana, il «Riv­iera di plati­no» a Adri­ano Fos­chi di Gar­da. Pri­mo per la poe­sia inedi­ta Gian­car­lo Cec­chi­ni di Ter­amo e per le nov­el­le Anna Pez­zu­ti di Meina. Per la lir­i­ca sul Gar­da Enri­co Rat­ti di Man­to­va men­tre il pre­mio «Casa del sole di Man­to­va» è anda­to a Jes­si­ca Mal­fat­to di Pader­no Dug­nano.

Parole chiave: