Gienne Gienne Ottobre 2018

Anche la stagione turistica 2018, che sembrava non voler più concludersi grazie a un settembre strepitoso, se ne va negli annali della storia economica del lago di Garda. Una stagione tutto sommato positiva, anche se da più parti si avvertono segnali di lievi flessioni nelle presenze turistiche rispetto agli ultimi due anni, ma non è che si possa sempre crescere! L’importante è non scendere nella professionalità.
Dunque ora la vita sul lago torna alla normalità, con un comunità che da sempre riesce a fare aggregazione.
Spesso però, felici degli esiti stagionali, ci dimentichiamo di chi, senza tanti calori, porta in giro per il mondo il nome del lago di Garda. E questi sono gli sportivi, non, con tutto rispetto, quelli della domenica ma coloro che allo sport dedicano ore e ore nella preparazione atletica e poi arrivano ai vertici mondiali, ai titoli iridiati, a quelle famose medaglie che di valore intrinseco non ne hanno ma di valore umano e fatiche sportive ne grondano.
Non mi va qui di fare nomi di campioni mondiali, nazionali, regionali e altri, e questo prima perché lo spazio che mi è concesso è troppo poco e poi perché si corre sempre, immancabilmente, il rischio di dimenticare qualcuno. Quindi tanto di cappello e plausi a questi giovani e meno giovani che nella quasi dimenticanza generale portano alti i nostri colori nazionali. Questo in una grande sventagliata di discipline che, naturalmente partendo dalla vela, nelle sue svariate discipline e categorie, ci porta al nuoto, al tennis, al tamburello, al pugilato, ciclismo, calcio, tiro al piattello, arti marziali, ecc. ecc.
Per arrivare, come proprio recentemente è accaduto con la vittoria mondiale di un nostro gardesano, al tiro con l’arco. Una miriade di campioni di cui spesso non conosciamo l’esistenza, se non per il fatto di vederli, almeno una volta, in occasione delle numerose feste dello sportivo che si sono svolte o si svolgeranno nei prossimi mesi in molte località gardesane.
Quindi dopo i professionisti del turismo, ecco i protagonisti dello sport, che nelle loro fatiche quotidiane riescono a far ricordare al mondo che il Garda non è solo meraviglia del territorio ma anche eccellenza sportiva.

Download (PDF, 7.4MB)