Ci sarà anche spazio per una grande abbuffata di musica negli angoli più suggestivi del paese. «Salògolosa», un percorso enogastronomico per 800 privilegiati

Il paradiso dei buongustai

25/05/2005 in Enogastronomia
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Il paese di Ben­go­di esiste. Chi non ci crede fac­cia un salto sulle rive del Gar­da. Dalle 19 alle 23 di domani si svol­gerà «Salò­golosa». Il per­cor­so enogas­tro­nom­i­co-cul­tur­ale si snoderà come al soli­to fra le strade e i vicoli del cen­tro stori­co. Acqui­s­tan­do una delle ultime schede da 60 euro — delle 800 messe in ven­di­ta, ne sono rimaste davvero poche -, sarà pos­si­bile effet­tuare quar­an­ta degus­tazioni: sette antipasti e pri­mi, sei sec­on­di, cinque tra for­mag­gi e dol­ci, tre aper­i­tivi, dieci vini, un dis­til­la­to, quat­tro gelati e cioc­co­lati, due sfiziosità all’olio, il caf­fè e un pass per il con­cer­to alla Cor­na di San Bar­tolomeo di domeni­ca mat­ti­na. Un menù tale da sfamare almeno due per­sone. Nel prez­zo è inclusa la bor­sa del gourmet, con piat­to, bic­chiere, posate e grem­bi­ule. Non c’è che l’imbarazzo del­la scelta: salu­mi, zup­pa di orzo e fagi­oli, aspara­gi con for­mag­gi, sfoglia velo con rip­ieno di pestom e tartu­fo, fagot­ti­no al pesce di lago, lasag­nette con luc­cio, caramel­la rip­i­ena di per­si­co, ruschette con patè di cavedano, focac­cia con fari­na del Gar­da, con­tro­filet­to, capun­sei dei Col­li moreni­ci, coniglio farci­to, stra­cot­to d’asino con polen­ta, spiedo, gam­beri di fiume con fagi­oli ed erbe, piovra al vapore, carpac­cio di pule­dro, maialet­to da lat­te alle brace, carpac­cio di pol­lo in sisam, tagli­a­ta di ton­no, man­zo di Rova­to, trip­pa di Chi­an­i­na, polen­ta tiragna del­la Degagna, salamet­ti con fagi­oli, sar­dine rip­i­ene al bagoss, cosciot­to di maiale in cros­ta di pane con mostarde sena­p­ate. Parteciper­an­no 34 ris­toran­ti del­la zona, inclu­so l’Istituto pro­fes­sion­ale alberghiero Cate­ri­na de Medici di Gar­done Riv­iera, 28 tra pas­tic­cerie, pro­dut­tori di salu­mi e for­mag­gi, di olio, di marmel­late, quar­an­tasette can­tine di Valte­n­e­si, Lugana, Fran­ci­a­cor­ta e del­la spon­da veronese del lago. Alcu­ni pri­vati met­ter­an­no a dis­po­sizione ter­razze, salot­ti e atri di vec­chi palazzi stori­ci; diver­si com­mer­cianti, i loro negozi. Si entra in un locale per man­gia­re una spe­cial­ità, ci si fer­ma sot­to i por­ti­ci, si passeg­gia sul lun­go­la­go, si ascoltano i brani di una dozzi­na di grup­pi musi­cali sis­temati all’in­ter­no di una casa o in un ango­lo del­la piaz­za. Chef del­la grande «abbuf­fa­ta» musi­cale i grup­pi Trop­i­calia, Vilevinile, Simone & More­na, Dusty Cage, Jack­ie & Mar­co, Brunet­to e la Man­tua Big Band. E anco­ra Clau­dio & Lory, e i terzetti di , Mas­si­mo Savi­o­la, Dirty, Lino Franceschet­ti, Mar­co Cre­mas­chi­ni, Waja Maja. Il con­torno sarà appeti­toso. Saba­to sono in cal­en­dario il con­cer­to e la cena all’ Cavaz­za. Domeni­ca, alle 7 del mat­ti­no, l’alba incan­ta­ta sul­la cor­na di San Bar­tolomeo. Mer­coledì pri­mo giug­no, al por­to del­la Sire­na, il buf­fet e la degus­tazione dei migliori vini del­la Cal­i­for­nia. Questo il pro­gram­ma di saba­to. Alle 18 incon­tro sul lun­go­la­go, con aper­i­ti­vo, assag­gi e l’accompagnamento di musi­ca gitana. Giun­ti in moto­scafo sull’isola, ci si incam­mi­na seguen­do il per­cor­so dei lumi­ni. Attra­ver­san­do il mag­nifi­co par­co tra palme, mag­no­lie, agavi e limoni, si rag­giunge la «Torre vela­ta» la ter­raz­za del Palaz­zo neogoti­co. Da lì, gus­tan­do spuman­ti e stuzzi­chi­ni, sarà pos­si­bile ammi­rare la tran­quil­lità del lago. Dalle 20.30 alle 21.30 il con­cer­to di gala. Pro­tag­o­nisti: Mar­i­aluigia Bor­si (sopra­no), Brad Joseph Repp (vio­lin­ista) e Frieder Berthold (vio­lon­cel­lista). Per­cor­sa a pie­di la «passeg­gia­ta dei frati», alle 22 si andrà a tavola per una cena a base di pesce, accom­pa­g­na­ta da musi­ca dal vivo del grup­po «Cin­e­ma ser­e­nade ensem­ble». Domeni­ca 29 mag­gio, alle 7 del mat­ti­no, colazione e con­cer­to sul­la cor­na di San Bar­tolomeo, la col­li­na che sovras­ta Salò. Si trat­terà di un’alba incan­ta­ta. Mau­ro Pedron (clar­inet­to), Emilio Galante (flau­to) e Wal­ter Zanet­ti (chi­tar­ra) eseguiran­no brani di Ravi Shankar, Mes­si­aen, John Mc Caw, King Crim­son e Robert Beas­er. Infor­mazioni e ven­di­ta dei bigli­et­ti in via S.Carlo 30 (tele­fono 338–3482045). Ange­lo Dal Bon, di Slow Food, è l’ideatore del­la man­i­fes­tazione, giun­ta alla nona edi­zione. Sito inter­net www.salogolosa.it. Il pas­s­aparo­la fa sì che arrivi gente da molte province: Verona, Pado­va, Vicen­za, Man­to­va e Cre­mona E i tedeschi in vacan­za sul lago non per­dono l’occasione. Negli anni scor­si sono arrivati persi­no grup­pi di giapponesi.