Sarà la Compagnia teatrale «I Guitti» a chiudere quest'anno il folto programma delle manifestazioni estive di Padenghe.

Il teatro in Castello: gran finale in agosto con i Guitti

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Padenghe sul Garda

Sarà la Com­pag­nia teatrale «I Gui­t­ti» a chi­ud­ere quest’an­no il folto pro­gram­ma delle man­i­fes­tazioni estive di Padenghe. L’asses­so­ra­to alla Cul­tura del comune del­la Valte­n­e­si infat­ti, in col­lab­o­razione con la Pro loco e la , nel cor­so del­la com­pi­lazione del cal­en­dario delle inizia­tive per l’es­tate 2002, ave­va deciso di tenere in ser­bo uno spet­ta­co­lo a sor­pre­sa per la ser­a­ta di saba­to 31 agos­to, ma è di ieri la notizia che sarà pro­prio la Com­pag­nia di Adol­fo Michelet­ti a con­clud­ere, per la rasseg­na «Teatro in Castel­lo», la sta­gione delle inizia­tive estive di Padenghe. «La scelta — affer­ma l’asses­sore alla Cul­tura e alla Pub­bli­ca Istruzione, Ornel­la Franchi Giu­radeo — è cadu­ta su ques­ta com­pag­nia teatrale, la cui fama è sta­ta con­sol­i­da­ta da un’es­pe­rien­za lavo­ra­ti­va che dura da decen­ni, per­ché tutte le rap­p­re­sen­tazioni che i Gui­t­ti han­no real­iz­za­to a Padenghe sono sem­pre state accolte da un grande favore di pub­bli­co. Il ris­er­bo tenu­to fino ad ora sul­la pro­pos­ta volu­ta per la ser­a­ta finale, — con­tin­ua Franchi Giu­radeo — ave­va l’in­ten­zione di aumentare l’aspet­ta­ti­va nei con­fron­ti del pub­bli­co e di con­seguen­za di ren­dere anco­ra più piacev­ole la sor­pre­sa». La com­pag­nia di Travaglia­to, che van­ta alles­ti­men­ti di piece teatrali di autori come Shake­speare, Moliere, Piran­del­lo e Goldoni, solo per citarne alcu­ni, per l’oc­ca­sione met­terà in sce­na «L’im­por­tante è vol­er­si bene» di Pierre de Mari­vaux. L’opera, trat­ta da «Il gio­co del­l’amore e del caso», uno dei lavori più famosi e rap­p­re­sen­tati del dram­matur­go francese, è una com­me­dia delle emozioni, vere e for­ti, in cui l’amore, al cen­tro di tutte quante, sfi­da, com­bat­te e vince tutte le lim­i­tazioni sociali.

Parole chiave: