Presidente Fontana: investimenti concreti per rilanciare sistema economico

Lombardia, prende corpo il “Piano Marshall”: 35 miliardi di Euro per interventi strategici sul territorio

30/07/2020 in Attualità
Parole chiave: -
Di Redazione

Nuo­vo, impor­tante pas­so avan­ti per la real­iz­zazione del ‘Piano Mar­shall’ del­la . Ieri sera il Con­siglio regionale, con l’ap­provazione degli Ordi­ni del giorno dis­cus­si durante l’ass­es­ta­men­to di Bilan­cio, ha indi­vid­u­a­to un pri­mo elen­co di opere da inserire nel ‘Piano’ da 3,5 mil­iar­di di euro pre­visti dal­l’im­po­nente azione di inves­ti­men­ti strate­gi­ci volu­ti dal pres­i­dente Attilio Fontana “per con­tribuire in maniera forte e conc­re­ta — ha spie­ga­to pro­prio il gov­er­na­tore — alla riparten­za del­l’e­cono­mia, degli enti locali e delle aziende dopo l’e­mer­gen­za-Covid”.

Oltre ai 400 mil­ioni già disponi­bili per azioni urgen­ti e rap­i­da­mente cantier­abili mes­si a dis­po­sizione dei Comu­ni (350 mil­ioni) e delle Province (50 mil­ioni), il ‘Piano Mar­shall’ — ha sot­to­lin­eato l’asses­sore Davide Capari­ni (Bilan­cio, Finan­za e Sem­pli­fi­cazione) prevede impor­tan­ti inves­ti­men­ti mirati allo svilup­po sosteni­bile del ter­ri­to­rio des­ti­nan­do risorse notevoli per agevolare nuove infra­strut­ture via­bilis­tiche, inter­ven­ti sulle linee fer­roviarie, nuovi per­cor­si ciclope­donali. Ma anche opere mirate alla dife­sa del suo­lo e al disses­to idro­ge­o­logi­co, oltre che alla rigen­er­azione urbana”.

Abbi­amo volu­to con­di­videre con il Con­siglio regionale — ha pros­e­gui­to Fontana — quelle che sono le infra­strut­ture da inserire nel ‘Piano’ in modo da trovare unità di inten­ti rispet­to alle neces­sità dei sin­goli ter­ri­tori”.

Diamo risposte con­crete alle esi­gen­ze delle comu­nità locali, finanzian­do — han­no com­men­ta­to gli asses­sori region­ali Clau­dia Maria Terzi (Infra­strut­ture, Trasporti e Mobil­ità sosteni­bile) e Mas­si­mo Ser­tori (Enti locali, Pic­coli Comu­ni e Mon­tagna) — opere strate­giche che i lom­bar­di atten­dono da tem­po. Opere di inter­esse comu­nale o sovra­co­mu­nale che diven­tano fon­da­men­tali per miglio­rare la qual­ità del­la vita dei cit­ta­di­ni”.

Tra gli inter­ven­ti trat­tati negli Ordi­ni del Giorno che han­no richiam­a­to il ‘Piano Mar­shall’ si ricor­dano, a tito­lo esem­pli­fica­ti­vo, il pro­l­unga­men­to del­la met­ro­pol­i­tana lin­ea M1 e M5 (); la Metro­tran­via T2 in provin­cia di Berg­amo; l’e­lim­i­nazione dei pas­sag­gi a liv­el­lo del­la lin­ea Gal­larate-Laveno (Varese). Sono pre­viste miglior­ie anche sul­la lin­ea Bres­cia-Iseo-Edo­lo (con l’am­mod­er­na­men­to del cen­tro-smis­ta­men­to di Iseo) e sul nodo di inter­scam­bio fer­rovia-TPL di Sereg­no (Mon­za e Bri­an­za); le Tan­gen­ziali di Dovera (Cre­mona) e Isorel­la (Bres­cia); lo svin­co­lo del Bione a Lec­co;  la riqual­i­fi­cazione Nove­dratese e la Can­tu­ri­na Bis (Como); la Tan­gen­ziale di Goito (Man­to­va); la riqual­i­fi­cazione del­la stra­da Paullese e la Ciclovia Ven­to (Pavia).

Pro­gram­mate anche azioni per l’in­ter­modal­ità delle mer­ci con il ter­mi­nal di Sac­cona­go-Malpen­sa (Varese) e per i por­ti flu­vi­ali di Cre­mona e Man­to­va.

Nel ‘Piano’ sono com­p­rese anche — con par­ti­co­lare ril­e­van­za per la provin­cia di Son­drio — le opere col­le­gate alle Olimpia­di inver­nali Milano-Corti­na 2026.

Parole chiave: -