Il Rally Internazionale 1000 Miglia è stato presentato nella sala del Gonfalone del Palazzo della regione a Milano,

Parte il Rally Mille Miglia

Di Luca Delpozzo
Salvatore Spatola

Il Ral­ly Inter­nazionale è sta­to pre­sen­ta­to nel­la sala del Gon­falone del Palaz­zo del­la regione a , alla pre­sen­za del­l’asses­sore allo Sport, dott. Mas­si­mo Zanel­lo, e del con­sigliere regionale Margheri­ta Per­oni del­la Cit­tà di Desen­zano del Gar­da e, nat­u­ral­mente, del Pres­i­dente del­l’A. C. Bres­cia, Gia­co­mo Bon­tem­pi. La gara si cor­rerà dal 29 al 31 mar­zo, in Val Trompia, Sab­bia e Alto Garda.«Sono lieta — ha affer­ma­to Margheri­ta Per­oni — che la riconosca questo 25° Ral­ly. C’è un even­to regionale che sig­nifi­ca il riconosci­men­to che ques­ta man­i­fes­tazione por­ta, non solo in Italia, ma anche in Europa e nel Mondo».Il Ral­ly Inter­nazionale 1000 Miglia è una delle man­i­fes­tazioni auto­mo­bilis­tiche più attraen­ti d’I­talia e la più impor­tante com­pe­tizione auto­mo­bilis­ti­ca su stra­da del­la Lom­bar­dia. Ques­ta man­i­fes­tazione, indet­ta dal­l’Au­to­mo­bile Club di Bres­cia, da 25 anni, ono­ra la pesante ered­ità las­ci­a­ta alla sto­ria dal­la Frec­cia Rossa — 1000 Miglia. Il ral­ly è una cor­sa di uomi­ni e di auto­mo­bili con­tro il cronometro.Da 25 anni inseri­ta nei cal­en­dari dei cam­pi­onati nazion­ali e inter­nazion­ali di mag­gior pres­ti­gio, il Ral­ly Inter­nazionale 1000 Miglia, da quest’an­no, fa parte del­l’elite del Cam­pi­ona­to Europeo Ral­ly, aper­to alla parte­ci­pazione di con­cor­ren­ti stranieri.La parten­za del­la pri­ma sezione di gara è fis­sa­ta per giove­di 29 mar­zo, alle ore 17,01, poi è pre­vista una pausa nel­la notte dopo l’ef­fet­tuazione del­la pro­va spet­ta­co­lo, per ripren­dere alle ore 8 del giorno suc­ces­si­vo. La con­clu­sione del­la pri­ma tap­pa è alle ore 22 di ven­er­di. Saba­to, alle ore 7,01, parte la tap­pa finale il cui ter­mine è pre­vis­to per le ore 20.Sono sei trat­ti cronome­trati, su una stra­da asfal­ta­ta, dif­fer­en­ti tra loro, ripetu­ti più volte nel cor­so del­la gara per un totale di diciot­to Prove Spe­ciali e 292,930 chilometri. La pro­va spet­ta­co­lo, «Cit­tà di Desen­zano», val­i­da per la clas­si­fi­ca, si corre una sola vol­ta, il giove­di. Due i trat­ti cronome­trati da ripetere tre volte nel cor­so del­la pri­ma tap­pa di ven­er­di: «Capo­valle», «Tremo­sine — Tig­nal­ga», men­tre sono pre­visti solo due pas­sag­gi sul­la «S. Michele». Invece, «Cav­alli­no», «Moer­na», «Per­tiche» sono le prove spe­ciali, che si dis­putano tre volte, nel­la sezione finale di sabato.