La cittadina si prepara al fine settimana più intenso dell’anno, con la regata dei maxi Libera. Musica, arte e domenica il grande spettacolo pirotecnico

Salò, vele e botti di mezza estate

21/08/2003 in Manifestazioni
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

E’ un fine set­ti­mana ric­co di appun­ta­men­ti, quel­lo di Salò. Giochi iri­des­cen­ti, musi­ca, vela, fuochi d’ar­ti­fi­cio: non c’è che l’im­baraz­zo del­la scelta! Si inizia stasera, giovedì, con le «scul­ture di luce» cre­ate da Ste­fano Maz­zan­ti. A rompere il ghi­ac­cio, provved­er­an­no i tram­polieri del grup­po Equi­lib­ri Avan­za­ti, che unis­cono equi­lib­rio ed ele­gan­za. Domani, e fino a domeni­ca, Maz­zan­ti (lau­re­atosi al Dams di Bologna, ha scrit­to un libro ded­i­ca­to al design del­la luce per lo spet­ta­co­lo e col­lab­o­ra con impor­tan­ti reg­isti in tut­ta Italia, per spet­ta­coli di teatro, opera, dan­za) cur­erà una serie di instal­lazioni. Le opere, real­iz­zate a Salò, saran­no ispi­rate al tema del­l’ac­qua come ele­men­to pri­mor­diale e alla sua valen­za sim­bol­i­ca ambiva­lente di sor­gente di vita-ele­men­to di dis­soluzione, e creer­an­no un per­cor­so «invaden­do» diver­si luoghi del cen­tro stori­co, a comini­cia­re dal­la zona del Palaz­zo comu­nale, sul lun­go­la­go. Col­la­bor­erà la Zani Ranzeni­go, grande azien­da bres­ciana di for­ni­ture elet­triche. Domani, alle ore 21, salirà sul pal­co di Piaz­za del­la Vit­to­ria lo «Stile libero quar­tet» che intrat­ter­rà il pub­bli­co in un con­cer­to dal sug­ges­ti­vo tito­lo «La gios­tra del­la memo­ria. Il mon­do dei can­tau­tori ital­iani». Francesco De Gre­gori, Fab­rizio De Andrè, Rober­to Vec­chioni, Fabio Con­ca­to, Ange­lo Bran­d­uar­di, Clau­dio Baglioni, Lucio Bat­tisti, Enri­co Rug­geri e altri: un per­cor­so musi­cale trac­cia­to con par­ti­co­lare cura nel­la selezione dei testi. Il grup­po, com­pos­to da Anto­nio Del Vec­chio (tastiere, voce), Car­lo Rossi­ni (chi­tarre, voce), Loren­zo Resi­ni (bas­so) e Alessan­dro Tode­s­chi­ni (bat­te­ria), è nato nel 1995. Negli ulti­mi anni la rosa delle sonorità e dei generi musi­cali affrontati si è ampli­a­ta, fino a com­pren­dere brani rock, bossano­va, reg­gae, ecc. Saba­to, stes­sa ora, stes­so pos­to, toc­cherà ai «Vile Vinile». Gian­car­lo Pedrazzi (chi­tarre), Adel­mo Bassi (bas­so elet­tri­co e acus­ti­co), Chic­co Melani (tastiere), Max Com­inci­ni (per­cus­sioni) ed Elisa Rovi­da daran­no vita a un «Trib­u­to a Mina», una struggente car­rel­la­ta fra i suc­ces­si di questo mito del­la can­zone ital­iana. Gli appas­sion­ati di sport avran­no la pos­si­bil­ità (saba­to 23 e domeni­ca 24) di seguire le gare di vela del Tro­feo Ecoservizi, ris­er­vate alle clas­si Ufo ’22 e Pro­tag­o­nist, orga­niz­zate dal­la Can­ot­tieri. Il pro­gram­ma prevede la sfi­da tra il Lib­era «Clan des team», sec­on­do alla 2002, e il maxi «Riv­iera di Rim­i­ni», oggi «Esim­it», già vinci­tore del­la Bar­colana e del Giro d’I­talia, che ver­rà trasporta­to sul Gar­da per l’oc­ca­sione. Una sfi­da inedi­ta, e di gran­dis­si­mo richi­amo. La for­mu­la del duel­lo è la stes­sa del­la Cop­pa Amer­i­ca. Le due imbar­cazioni rap­p­re­sen­tano il top asso­lu­to del­la vela ago­nis­ti­ca: la pri­ma è la più mod­er­na e veloce imbar­cazione del lago, la sec­on­da è la grande regi­na delle regate nel Mediter­ra­neo. Domeni­ca chiusura in grande stile. Dalle ore 21 alle 23 con­cer­to dei «Vile Vinile», con un’es­cur­sione nel mon­do del rock anni ’70. Al ter­mine del­la ser­a­ta, si svol­gerà lo spet­ta­co­lo pirotec­ni­co (accom­pa­g­na­to da musiche) appronta­to dal­la dit­ta Ape di Romual­do Par­ente, con sede a Bergan­ti­no, in provin­cia di Rovi­go. Numerose le novità: code di cav­al­lo dorate e argen­tate, cro­cette mul­ti­col­ori scop­pi­et­tan­ti, gigan­tesche palme inter­mit­ten­ti. I fuochi ver­ran­no lan­ciati dal cen­tro del gol­fo, in modo da con­sen­tire a migli­a­ia di spet­ta­tori di dis­lo­car­si un po’ ovunque. Un sofisti­ca­to impianto stere­o­fon­i­co, sis­tem­ato in piaz­za Vit­to­ria, per­me­t­terà di ascoltare (al tem­po stes­so) brani musi­cali di notev­ole sug­ges­tione. Gli aman­ti del­l’arte han­no la pos­si­bil­ità di vis­itare la mostra di Wal­ter Benedet­ti («I volti e i gesti»), nel fon­da­co di Palaz­zo Coen. Rimar­rà aper­ta fino al 10 settembre.

Parole chiave: