Disturbavano i residenti. Numerose le manifestazioni in programma

Stop al Rock nel parco

06/07/2000 in Manifestazioni
Di Luca Delpozzo
r.s.

Sarà un’es­tate tur­is­ti­ca den­sa di appun­ta­men­ti, alcu­ni tradizion­ali ma anche con qualche novità di rilie­vo, quel­la che offre il Comune. Alcune man­i­fes­tazioni nat­u­ral­mente già sono alle spalle, però il clou deve anco­ra venire e si con­cen­tra in luglio e agos­to. E, infat­ti, tan­to per com­in­cia­re, i fuochi d’ar­ti­fi­cio, invece che a fine estate, saran­no antic­i­pati già a saba­to 22 luglio.«A chiederce­lo — dice l’asses­sore al tur­is­mo Mar­tinel­li — sono sta­ti gli stes­si oper­a­tori tur­is­ti­ci, e li abbi­amo accon­tentati». Accon­tentati anche quel­li che chiede­vano musi­ca meno rumor­osa sul pal­co del par­co Pavese a ben­efi­cio di tut­to il cir­con­dario che per anni ave­va protes­ta­to invano. E così sono state tolte le ser­ate del­la dis­cote­ca e i con­cer­ti rock. Per il resto, in tut­to saran­no 35 le man­i­fes­tazioni pro­poste quest’anno.Gran parte a Tor­bole, ma anche in buon numero nel cen­tro di Nago. Ce ne sarà per tut­ti i gusti o qua­si. E dove non sarà il Comune, ad orga­niz­zare intrat­ten­i­men­to, con­cor­rerà in modo con­sid­erev­ole, ad alli­etare gli ospi­ti e res­i­den­ti, anche il Comi­ta­to man­i­fes­tazioni, con un pro­gram­ma anco­ra da definire nei det­tagli (una fes­ta campestre dis­tribui­ta su più ser­ate di segui­to, mostre al Picalof e tornei di beach vol­ley e pal­lan­uo­to). Oltre alla ser­a­ta ded­i­ca­ta ai fuochi, sarà anco­ra “Tor­bole jazz” la man­i­fes­tazione di mag­gior richi­amo, almeno per il cen­tro di Tor­bole. Con la novità che quest’an­no le ser­ate (quat­tro quelle a Tor­bole ad iniziare da saba­to 8 luglio) assumer­an­no una dimen­sione com­pren­so­ri­ale, dato che due ser­ate aggiun­tive si ter­ran­no ad Arco e a Riva. Ma non è fini­ta, vis­to che ci saran­no anche delle riprese dei con­cer­ti da parte degli artisti sul por­to tor­bolano, al ter­mine di ogni ser­a­ta. Musi­ca jazz soft però, suona­ta come sot­to­fon­do, vista l’o­ra, per i fre­quen­ta­tori ser­ali dei caf­fè del centro.Non mancher­an­no gli appun­ta­men­ti del genere più popo­lare: il Can­ta­la­go innanzi tut­to (il 3 agos­to), bande, cori, grup­pi fol­cloris­ti­ci nazion­ali ed inter­nazion­ali, e pure il Grup­po Crazi Pari­gi (il 18 agos­to) com­pos­to da 7 bal­ler­ine e un solo bal­leri­no, ma anche teatro all’aper­to (specie a Nago), con sca­den­za abbas­tan­za ravvi­c­i­na­ta nei due prossi­mi mesi di alta stagione.