mercoledì, Luglio 24, 2024
HomeCulturaSanitàDesenzano, l’ospedale cresce
All’inaugurazione della risonanza magnetica annunciate molte novità, a partire dalla radiologia. E oggi a Roma si decide sui 31 milioni per ristrutturare Gavardo

Desenzano, l’ospedale cresce

Quasi 14 milioni e 400 mila euro da investire sull’ospedale di Desenzano. Alcuni progetti sono stati realizzati, altri sono già stati finanziati, altri ancora lo sono in corso.Il conto spesa è stato illustrato ieri dal direttore generale dell’azienda ospedaliera gardesana, Mauro Borelli, all’assessore regionale alla sanità Luciano Bresciani, al taglio del nastro della nuova risonanza magnetica.Bresciani ha preannunciato che oggi, al ministero della Salute di Roma, dovrebbe finalmente sbloccarsi la questione del finanziamento dei 31 milioni di euro da destinare all’ampliamento dell’ospedale di Gavardo che, al momento, come ha asserito lo stesso Borelli «è una struttura con una situazione drammatica con i reparti che scoppiano».Tornando a Desenzano, oltre alla risonanza magnetica, costata poco più di 1 milione e 400 mila euro (prenotazioni allo 030 9037555), il «Montecroce» verrà interessato da importanti e radicali lavori. Il reparto di Radiologia, diretto da Giuseppe Bonini, farà la parte del leone. Infatti, arriveranno la digitalizzazione diagnostica per immagini (3 milioni e 240 mila euro spalmati però su 5 anni) e un nuovo sistema polifunzionale per l’esecuzione di indagini toraciche (430 mila euro), mentre la Tac era già stata acquistata (altri 770 mila euro).L’investimento maggiore è comunque quello per il nuovo blocco operatorio, che costerà circa 7 mln e 700 mila euro: i lavori dovrebbero essere consegnati non prima del 2010. E ancora, il Pronto Soccorso (1 mln e 21 mila euro) che verrà ampliato e potenziato con l’arrivo di una nuova «camera calda», di una sala per l’accettazione (in gergo tecnico chiamata «triage») e di ulteriori ambulatori e stanze di degenza. Il termine dei lavori è fissato per fine 2008.In agenda anche lavori «minori» come l’ampliamento della nuova pista d’atterraggio per l’elisoccorso e la sistemazione degli ambulatori di diabetologia e del punto prelievi, questi ultimi realizzati nei mesi scorsi.Un’altra novità di spicco per Desenzano riguarda il futuro reparto di day-week surgery polispecialistico destinato alle degenze brevi: costo 170 mila euro, consegna fra tre o quattro mesi.Talloni d’Achille del «Montecroce» sono stati, negli ultimi anni, la viabilità e i posteggi. Ebbene, come annunciato da Borelli, verrà aumentato di 40 posti il parcheggio riservato ai dipendenti che sono stati «sacrificati» sull’altare del dovere per far posto a quelli pubblici: l’assegno da staccare è di 90 mila euro. In arrivo, inoltre, altri 80 posti auto per il posteggio pubblico che verrà realizzato, insieme con una rotatoria, dirimpetto all’ingresso del poliambulatorio (200 mila euro).Ovviamente soddisfatto il direttore del Montecroce, Gianpaolo Bragantini, il quale ha consegnato nelle mani dell’assessore Bresciani un documento sottoscritto da primari e responsabili di unità operative riguardo la situazione dell’ospedale, le sue criticità, ma anche le sue potenzialità e il radicamento nel territorio.Al taglio del nastro di ieri hanno presenziato anche il consigliere regionale Margherita Peroni, il senatore Franco Tirelli, il vicepresidente della Provincia Aristide Peli, i direttori amministrativo Adriano Vaini e sanitario Lucio Dalfini, il direttore di presidio Gianpaolo Bragantini e le rappresentanze delle forze dell’ordine.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video