domenica, Giugno 23, 2024
HomeManifestazioniMille anni in una notte di festa
La febbre di San Silvestro. Dappertutto tante iniziative per salutare l’alba del nuovo millennio. Crociera sul lago di Garda e tuffo collettivo a Brenzone

Mille anni in una notte di festa

Oltre il 70% di alberghi e locali pubblici aperti, ma anche molte seconde case. La riviera del Garda chiude con un altro record la sua stagione d’oro. Da ieri, infatti, grazie anche alla splendida giornata, le località più gettonate del lago – in particolare Sirmione, Desenzano, Salò – sono state prese d’assalto dai turisti. Non c’è che l’imbarazzo della scelta per la notte di San Silvestro: dalla crociera sul lago alla baraonda in discoteca. Decine di locali notturni, piani-bar, disco-pub e caffetterie sono infatti aperti fino all’alba di domani. Con un’impressionante offerta di proposte, in competizione con la più gettonata riviera romagnola. A Sirmione molti gli alberghi aperti per il veglione: l’«Olivi», quindi il «Pace» e il «Catullo», oppure il più intimo e raccolto «Meridiana» proprio dirimpetto all’ex villa di Maria Callas. In piazza Carducci, invece, nella giornata di domani, alle 17, grande spettacolo sulla pista di ghiaccio (ingresso libero). Parecchi i ristoranti aperti e i locali per i giovani, come il «Break’s pub». Approdiamo a Desenzano . Alle 21.30 di stasera mollano gli ormeggi le due ammiraglie della Navigarda, la «Brennero» e la «Tonale»: crociera, con buffet e musica fino alle 4.30. Una coppia spenderà poco meno di mezzo milione sulla «Brennero» e 360 mila sulla «Tonale». Tra i locali notturni: il «Sesto Senso», apertura alle 21.30 con cenone, poi musica brasiliana (200 mila a coppia, 120 mila senza buffet), il «Mazoom» per una notte supertrasgressiva, quindi il «Biblò Club», in prima serata musica brasiliana, poi dance, apertura alle 23. E ancora il «Baraonda», dalle 22.30 alle 6 offre musica d’ascolto, quindi musica live con il bassista di Ivana Spagna, in tutto 40 mila a testa con minibuffet e stuzzichini. Sempre a Desenzano gran cenone al «Park Hotel», alla «Piccola Vela», al «Riviera». Ottima la proposta del Caffé Italia, nel cuore della cittadina: musica dal vivo con Maurizio Danesi, cenone o menù alla carta, costo circa 200 mila lire in due. A Lonato il «Genux» propone una lunga notte con cenone e musica live con i più famosi dj in circolazione: 180 mila a testa (ingresso più cenone), 70 mila solo disco. Sulla statale per Castiglione, c’è il famoso «Fura» che propone tre spettacoli con tema «2001: odissea nello spazio». Ingresso, 60 mila con buffet alle 23. Mentre la Valtenesi si affida ai classici cenoni, ci sono invece ottime proposte a Salò e Gardone Riviera , con parecchi alberghi e ristoranti aperti con veglione. A Villa Alba una parte dell’incasso della serata sarà destinata ai Volontari del Garda. Musica dal vivo, giochi divertenti ed estrazione di premi (settimane bianche in località sciistiche del Trentino Alto Adige). Ai partecipanti viene consegnata una bottiglia di spumante, da stappare allo scoccare di mezzanotte. Poi, salendo verso Limone , un altro paesaggio. La frana ha infatti spezzato in due l’alto lago e chi volesse raggiungere il Trentino o Riva è costretto a transitare sulla Gardesana veronese o via lago salendo sul traghetto. Infine, tra i presepi da vedere quello dei Rogazionisti a Desenzano e il presepio meccanico a Manerba. La sponda veronese del lago riserva parecchie curiosità. Al parco termale Villa Cedri di Colà , ad esempio, c’è la possibilità di fare il bagno di notte, in acqua a 35 gradi. Poi il grande spettacolo pirotecnico di Garda , allestito dalla «Ape Parente» di Melara (Rovigo). La ditta è stata protagonista della festa del Redentore e del Capodanno 2000 di Venezia. Inoltre ha vinto concorsi a Città del Capo, Toronto, Vancouver e Valencia. Una settimana fa, a Natale, gli uomini che arrivano dal Polesine hanno dato prova delle loro capacità, facendo cadere piccoli paracadute legati ai fuochi, regalando salici dorati in cielo e sull’acqua. L’anno scorso, a Garda, erano previste 600 persone, invece ne sono arrivate 10 mila. Aspettando mezzanotte, ci sarà il karaoke in piazza, mentre i cuochi di Ostiglia (Mantova) serviranno una cena tradizionale. Piatto-base: il riso alla pilota. A Riva , in Trentino, annunciano una notte di fiaba, a partire dalle ore 22, in piazza Tre Novembre (seguirà lo spettacolo pirotecnico). Peccato che la chiusura della 45 bis obblighi a un lungo, tortuoso percorso alternativo. Domani 1 gennaio, a Brenzone , alle ore 15, si svolgerà la tradizionale nuotata nel lago. Il caso di dire: emozioni da brividi. Il solito poker di coraggiosi (il bancario Danilo Donatini, il tedesco naturalizzato Wolfgang Schmidt, i macellai Luigi e Gian Antonio Sartori) chiama a raccolta gli amici per un bagno che viene considerato propiziatorio. L’anno scorso furono in sette a tuffarsi, con una temperatura di sette gradi, sotto gli occhi del sindaco e del parroco. Chissà se, stavolta, il numero aumenterà. Di certo il freddo la farà da padrone. Annullata, invece, la nuotata delle ore 11 a Riva.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video