Al Vittoriale degli Italiani, sabato 5 marzo una giornata per presentazione delle novità e i nuovi spazi riscoperti

03/03/2016 in Attualità
Di Redazione

La for­tu­na d’Italia è insep­a­ra­bile dalle sor­ti del­la Bellez­za, di cui ella è madre”. Così ha scrit­to più­volte , anche nel roman­zo Il Fuo­co. Per questo il Vit­to­ri­ale aumen­ta il suo impeg­no civile tan­to nel­la con­ser­vazione del­la sto­ria quan­to nel­la cresci­ta del­la bellez­za. Saba­to 5 mar­zo, La Fon­dazione Il e il suo Pres­i­dente pre­sen­tano alcune impor­tan­ti novità.

Pri­ma fra tutte la deci­sione di ren­dere il gia­rdi­no dan­nun­ziano – annover­a­to da anni tra i Parchi più Bel­li d’Italia — com­ple­ta­mente pri­vo di pes­ti­ci­di e agen­ti chimi­ci. Il prog­et­to “Vit­to­ri­ale Nat­u­ral­mente”, che ha avu­to inizio con il 2016, per­me­t­terà a tut­ti di godere del par­co stori­co e delle sue mer­av­igliose piante res­pi­ran­do aria non con­t­a­m­i­na­ta: tutte le aree ver­di sono state trat­tate con sostanze nat­u­rali, com­ple­ta­mente bio­logiche.

Nell’ambito del prog­et­to denom­i­na­to Ricon­quista, che prevede entro l’inizio del 2021 – cen­te­nario del Vit­to­ri­ale — l’apertura o la ria­per­tu­ra di ogni area con nuovi servizi e spazi muse­ali, ver­ran­no ria­per­ti nuovi angoli delle Val­lette, da tem­po invasi dal­la veg­e­tazione aumen­tan­do così i mer­av­igliosi scor­ci nat­u­ral­is­ti­ci a dis­po­sizione dei vis­i­ta­tori. Sono state scop­erte nic­chie mai viste pri­ma, splen­dide per ospitare opere di artisti con­tem­po­ranei.

E anco­ra: la gior­na­ta si saba­to sarà anche l’occasione per pre­sentare le nuove acqui­sizioni muse­ali e per fes­teggia­re nel­la dimo­ra del Vatela grande don­azione di Mar­ti­no Zanet­ti — collezion­ista e pro­pri­etario del mar­chio caf­fè Haus­brandt – che ha vis­to aggiun­gere agli archivi del Vit­to­ri­ale oltre 3000 doc­u­men­ti orig­i­nali e inedi­ti.

Valletta Vittoriale. ph Augusto Rizza