Arriva a Salò un sismografo tutto nuovo

All’istituto «Pio Bettoni»

06/03/2003 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
se.za.

Un nuo­vo sis­mo­grafo elet­tron­i­co per la stazione sis­mi­ca «Pio Bet­toni» di Salò. Lo comu­ni­ca il diret­tore, Piero Fiac­caven­to, geol­o­go. «L’Is­ti­tu­to nazionale di geofisi­ca e vul­canolo­gia, sezione di , in accor­do con Roma, ha deciso di poten­ziare le attrez­za­ture del nos­tro osser­va­to­rio, col­le­gan­dole con la rete di tut­to il Nord Italia — spie­ga Fiac­caven­to -. Il nuo­vo sis­mo­grafo è uno tra gli stru­men­ti più mod­erni di con­trol­lo a dis­tan­za. Potrà essere gesti­to e tara­to diret­ta­mente da Milano, per­me­t­ten­do di indi­vid­uare i ter­re­moti lun­go le strut­ture geo­logiche di col­lega­men­to tra il lago di Gar­da, la Valle Sab­bia e le Pre­alpi di Gavar­do, a con­tat­to con la pia­nu­ra Padana. Il posizion­a­men­to del sen­sore è sta­to affi­an­ca­to a quel­li col­lo­cati a suo tem­po dal­l’Ingv di Roma, sul­la pias­tra mobile dove si trovano le attrez­za­ture storiche». Il diret­tore aggiunge che «i sen­sori col­le­gati con la rete nazionale con­tin­uer­an­no la loro fun­zione in scala più grande e potran­no essere uti­liz­za­ti per l’at­ti­vazione del sis­mo­grafo con rul­lo car­taceo, che era sta­to smon­ta­to, ma ver­rà risis­tem­ato appe­na tro­ver­e­mo un rul­lo dismes­so, in modo da per­me­t­tere il con­trol­lo visi­vo locale, soprat­tut­to per la didat­ti­ca sco­las­ti­ca. Al momen­to i dati sis­mi­ci si vedono attra­ver­so il Tele­v­ideo, uti­liz­zan­do Inter­net». Pao­lo Aureglia, respon­s­abile delle strut­ture del Nord Italia, ha pre­ga­to Fiac­caven­to di col­lab­o­rare con lui per indi­vid­uare un altro sito a Bagoli­no, in modo da effet­tuare un col­lega­men­to con un’al­tra stazione a nord del lago di Iseo e chi­ud­ere così il tri­an­go­lo con la Valle Sab­bia e la Val Trompia. Intan­to il Min­is­tero del­l’Istruzione ha finanzi­a­to un ricer­ca, che coin­volge le di Milano (Politec­ni­co), Bres­cia (Facoltà di Ingeg­ne­r­ia), Gen­o­va e Napoli, sul­la sal­va­guardia dei val­ori stori­ci, cul­tur­ali e pae­sis­ti­ci delle zone sis­miche ital­iane. Salò è una delle local­ità prese in esame.

Parole chiave: -