Una rassegna studiata per celebrare i quarant’anni dalla morte della donna A palazzo Callas fino al 24 ottobre promossi una serie di incontri

Bianchi Porro: una «santa» in mostra

03/10/2004 in Manifestazioni
Di Luca Delpozzo
s.mau.

Riper­cor­rere la vita del­la ven­er­a­bile attra­ver­so fil­mati, fotografie, scrit­ti e rif­les­sioni. Questo il sen­so del­la mostra (aper­ta fino al 24 otto­bre, tut­to i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19) che è sta­ta inau­gu­ra­ta ieri a Palaz­zo Callas di Sirmione in onore del­la ragaz­za che trascorse gli ulti­mi anni del­la sua breve esisten­za pro­prio nel­la local­ità garde­sana. Nonos­tante la grave malat­tia che la colpì fin da pic­co­la e che la portò alla morte all’età di 27 anni, questo per­son­ag­gio di grande forza spir­i­tuale riuscì a spez­zare con l’amore la pro­pria soli­tu­dine per­ché «sof­fer­ente ha can­ta­to le mer­av­iglie del­la vita, ha dimen­ti­ca­to se stes­sa per gli altri, ha vis­su­to il dolore come mis­tero d’amore e fonte di grazia». Sirmione si appres­ta così a cel­e­brare i quar­an­t’an­ni dal­la morte del­la sua illus­tre concit­tad­i­na con un ciclo di man­i­fes­tazioni di grande spes­sore. All’inaugurazione era­no pre­sen­ti il pres­i­dente del­la Provin­cia di Bres­cia Alber­to Cav­al­li, il con­sigliere comu­nale di Sirmione Stel­la Rosa, il pres­i­dente del­l’As­so­ci­azione “Per Benedet­ta Bianchi Por­ro” Car­lo Spinel­li, e Mario Arduino, ex sin­da­co di Sirmione che ebbe l’onore di conoscer­la per­sonal­mente. «La vita di Benedet­ta è una tes­ti­mo­ni­an­za di fede vis­su­ta con una gioia sovrau­mana — spie­ga Car­lo Spinel­li — la mostra ha come obi­et­ti­vo quel­lo di indi­care a tut­ti dove si tro­va la felic­ità. Pro­prio per questo la nos­tra asso­ci­azione si pro­pone di real­iz­zare a Dovadola (Fo), paese nati­vo di Benedet­ta, una clin­i­ca des­ti­na­ta al recu­pero di malat­tie psi­co­so­matiche come l’anores­sia e di assis­tere i meno­mati. Vor­rem­mo inoltre met­tere a dis­po­sizione dei gio­vani degli spazi per orga­niz­zare incon­tri e con­veg­ni di for­mazione e real­iz­zare una scuo­la d’arte sec­on­do i prin­cipi che han­no guida­to la vita di Benedet­ta». Il cal­en­dario delle man­i­fes­tazioni ded­i­cate a Benedet­ta prevede inoltre per saba­to 23 otto­bre al un con­veg­no dal tito­lo «Dove abi­ta la felic­ità?». Domeni­ca 25 alle 10.30 Mon­sign­or Car­raio, vesco­vo di Verona, cele­br­erà una mes­sa nel­la chiesa di San­ta Maria del­la Neve. La gior­na­ta si con­clud­erà alle 21 a Palaz­zo dei Con­gres­si con un con­cer­to liri­co cui seguirà la pre­sen­tazione del­la nuo­va biografia di Benedet­ta edi­ta dal­la casa editrice San Paolo.