Cinquecento persone a piedi e in bici a «Luganeggiando»

Parole chiave: - - -
Di Luca Delpozzo
Peschiera del Garda

Grande parte­ci­pazione di pub­bli­co alla terza edi­zione del Luganeg­gian­do», man­i­fes­tazione enogas­tro­nom­i­ca. Un per­cor­so di degus­tazione che inizia a far­si conoscere tra gli appas­sion­ati e che pro­prio nel­la terza edi­zione ha sfio­ra­to le 500 pre­sen­ze. «Più di quan­to aves­si­mo pre­vis­to», ammet­tono gli orga­niz­za­tori, i quali ave­vano impos­to un tet­to mas­si­mo di parte­ci­pan­ti di poco supe­ri­ore alle 400 unità per evitare un ecces­si­vo affol­la­men­to. Niente da fare, dall’apertura delle iscrizioni una cor­sa vera e pro­pria ad accap­par­rar­si la pos­si­bil­ità di degustare i migliori vini lun­go un per­cor­so pianeg­giante tra i comu­ni di Peschiera, Poz­zolen­go e Sirmione. La terza edi­zione del «Luganeg­gian­do», la pri­ma svoltasi for­tu­nata­mente in una gior­na­ta di sole, ha vis­to il lun­go cor­teo di per­sone a pie­di o in bici­clet­ta per­cor­rere 13 chilometri pas­san­do per le aziende vitivini­cole Ottel­la, Roveg­lia, Marang­o­na, Cà Lojera, Rebay, Pros­pero Alice, Liz­zara Vec­chia, Pros­pero Gabriele, Zena­to Vale­rio, San­ta Cristi­na, Angela Tosi e Fratel­li Frac­caroli. Per­sone prove­ni­en­ti da molte cit­tà d’Italia (Bolzano, Fer­rara, , Bres­cia, Verona, Mod­e­na, Man­to­va), molte orga­niz­zate in veri e pro­pri grup­pi, alla scop­er­ta dei luoghi e dei sapori di una zona rac­col­ta in un faz­zo­let­to di ter­ra, ma tan­to ric­ca di e di buon . «L’ entu­si­as­mo che accom­pa­gna ogni anno questo tour tra cascine e cor­ti del bas­so Gar­da», han­no poi com­men­ta­to i ragazzi del Grup­po La Trac­cia, che da tre anni orga­niz­za l’evento assieme alla Pro loco aril­i­cense, «non può che ren­der­ci sod­dis­fat­ti. Molti sono i giudizi pos­i­tivi che rice­vi­amo, molte le can­tine pro­dut­tri­ci di Lugana che vor­reb­bero aggiunger­si alle 12 che già fan­no parte del per­cor­so, e tan­ti sono a questo pun­to i ragion­a­men­ti da fare per la prossi­ma edi­zione. Pri­ma di allo­ra, però, va il nos­tro ringrazi­a­men­to al Con­sorzio di tutela Lugana Doc, che ci ha sostenu­to, alle can­tine che han­no parte­ci­pa­to anche quest’anno con tan­ta disponi­biltà, e alle tante per­sone che han­no per­me­s­so con il loro aiu­to che anche quest’ultima edi­zione del Luganeg­gian­do fos­se un successo».

Parole chiave: - - -