La fiera del vino torna ad animare il week-end E gli stand diventeranno punti degustazione per prodotti tipici

Da venerdì 27 a lunedì 30 maggio

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Elena Cerqui

È com­in­ci­a­to il con­to alla roves­cia per la Fiera del Gar­da Clas­si­co di Polpe­nazze, giun­ta quest’anno alla sua 56esima edi­zione, che per l’occasione diven­ta una vera e pro­pria man­i­fes­tazione agro-ali­menta­re e ritor­na alla tradizionale col­lo­cazione nel fine set­ti­mana, l’ultimo di mag­gio, quin­di da ven­erdì 27 a al lunedì 30. Al gra­di­to ritorno del­la man­i­fes­tazione al week-end si accom­pa­gna anche il ritorno alla mesci­ta dei vini diret­ta­mente da parte delle aziende, quest’anno ne saran­no pre­sen­ti 21 prove­ni­en­ti da tut­ta la Valte­n­e­si. Il cam­po fiera si dipan­erà lun­go tut­to il cen­tro del comune garde­sano, in modo che il pub­bli­co pos­sa dis­tribuir­si nelle diverse zone, infat­ti gli stand gas­tro­nomi­ci saran­no divisi da quel­li ded­i­cati al vino. Gli stand per la mesci­ta del vino saran­no sis­temati in un grande piaz­za­le di 10 mila metri qua­drati adi­a­cente il mon­u­men­to all’Alpino, dove sarà pre­sente anche una paninote­ca con annes­sa espo­sizione di mac­chine agri­cole. La sala ris­torante, come già nel­la scor­sa edi­zione, sarà allesti­ta al cen­tro sporti­vo di Polpe­nazze, che ospiterà anche lo spazio per il bal­lo. Il cen­tro stori­co, via Zanardel­li — piaz­za Roma e piaz­za Biolchi, sarà occu­pa­to dagli stand agro-ali­men­ta­ri di una deci­na di aziende agri­cole, prove­ni­en­ti da tut­ta la provin­cia, pro­dut­tri­ci di salu­mi e for­mag­gi di qual­ità. In piaz­za delle fontane si ter­rà la 10ma Rasseg­na di olii extravergine d’oliva dei laghi lom­bar­di e la 7ma Selezione Olii Dop di Polpe­nazze del Gar­da. Nel­la corte del castel­lo ver­rà allesti­ta invece la Corte degli Assag­gi di vini doc, oltre alla tradizionale paninote­ca; men­tre sul sagra­to del­la Chiesa non mancherà l’esposizione delle vec­chie mac­chine agri­cole allesti­to dal grup­po «La cara­ta». Come da tradi­zone nel cor­so del­la fiera si svol­ger­an­no le pre­mi­azioni dei con­cor­si Gar­da Clas­si­co doc o Bres­ciano Rosso, Bian­co ed il Gran Pre­mio Marescalchi Rosso Supe­ri­ore, che prevede la qual­i­fi­ca di «otti­mo» ad ogni vino che avrà rag­giun­to il pun­teg­gio min­i­mo di 85/100; e le selezioni del Gar­da Clas­si­co o Bres­ciano e . Inoltre è pre­vista l’assegnazione di riconosci­men­ti spe­ciali a quei pro­dut­tori che per tre anni anche non con­sec­u­tivi, a par­tire dal 1993, abbiano ottenu­to per il pro­prio vino la qual­i­fi­ca di otti­mo. Si trat­ta del Palio del Bian­co «Tar­ga», del Palio del Rosso, e del­la Medaglia d’oro Marescalchi per il Rosso Superiore.

Parole chiave: -