Torna la motovedetta della Guardia costiera Più sicurezza sul lago

Dal 1° maggio

Di Luca Delpozzo
f.mo.

Il pri­mo di mag­gio la motovedet­ta del­la Guardia costiera ripren­derà la sul lago di Gar­da. Rimar­rà in servizio, pronta ad inter­venire 24 ore su 24 con qual­si­asi con­dizione meteo, sino al pri­mo di novem­bre. Servizio che copre tutte e tre le province, Bres­cia, Verona e Tren­to e che affi­an­ca sul fronte sicurez­za le motovedette e le imbar­cazioni dei vig­ili del fuo­co, del­la , dei , dei volon­tari del Gar­da e del­la guardia di finan­za. Mart­edì il sal­vatag­gio di un naufra­go a Bren­zone. Base oper­a­ti­va come negli anni scor­si il por­to nuo­vo di Bogli­a­co. Nei prossi­mi giorni a Gargnano giungerà la motovedet­ta che ad inizio del mese prossi­mo diven­terà oper­a­ti­va. Una squadra di mari­nai da set­ti­mane è già all’opera in sede per i lavori di sis­temazione. Sedi­ci i mari­nai che si altern­er­an­no, sot­to il coman­do di Mar­co Ravanel­li, capo stori­co di questo agguer­ri­to manipo­lo. E rispet­to alla scor­sa sta­gione si reg­is­tra una novità. Non ci sarà il Capo di pri­ma classe Car­lo Fal­cone e ver­rà sos­ti­tu­ito dal col­le­ga Capo di sec­on­da classe Giu­liano Lo Perfido.