La già vasta ed articolata offerta del museo di laboratori permanenti per le scuole, quest'anno si arricchisce di nuove proposte

Dalla Ponale alla Rocca

09/02/2002 in Manifestazioni
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Riva del Garda

La già vas­ta ed arti­co­la­ta offer­ta del di lab­o­ra­tori per­ma­nen­ti per le scuole, quest’an­no si arric­chisce di nuove pro­poste. Per la Pina­cote­ca «Forme, col­ori e mate­ri­ali», attiv­ità cre­ative per mater­ne ed ele­men­tari. Nel set­tore del­l’arche­olo­gia il «Sito del monte san Mar­ti­no a Campi»: osser­vazione in loco degli scavi in via di svol­gi­men­to, ed eserci­tazioni pratiche legate all’es­pe­rien­za di sca­vo. Per le scien­ze nat­u­rali «Agen­da 21, anche a scuo­la» in col­lab­o­razione col Villi­no Campi: le cose da fare per l’adozione di politiche ori­en­tate allo svilup­po sosteni­bile. Per la fotote­ca «Impronte di luce», sper­i­men­tale sul­la «scrit­tura di luce»: tec­niche di indagine e rilet­tura del reale. Tre altre pro­poste riguardano la Roc­ca, la sto­ria del­l’ed­i­fi­cio ed il suo ruo­lo per la dife­sa del ter­ri­to­rio garde­sano; la stra­da del Ponale; «Conoscere la cit­tà»: attra­ver­so mappe, foto e doc­u­men­ti d’archiv­io viene ricostyrui­ta l’i­cono­grafia otto­cen­tesca di deter­mi­nati ambiti cittadini.

Parole chiave:

Commenti

commenti