De.co Alto Garda: la prima sarà la carne salada

27/04/2015 in Attualità
Parole chiave:
Di Redazione

Sarà la carne sal­a­da il pri­mo piat­to locale a fre­gia­r­si del­la De.co, la denom­i­nazione d’o­rig­ine sovra­co­mu­nale dei Comu­ni del­l’Al­to Gar­da e Ledro. Lo ha antic­i­pa­to la Com­mis­sione che nel pri­mo pomerig­gio di lunedì 27 aprile s’è riu­ni­ta per la pri­ma vol­ta, in munici­pio a Riva del Gar­da, per sta­bilire un meto­do di lavoro e fis­sare un cal­en­dario dei prossi­mi incon­tri e dei temi da affrontare. Al pri­mo pos­to di questi, per l’ap­pun­to, la richi­es­ta dei pro­dut­tori di carne sal­a­da di ottenere la denom­i­nazione. Con l’oc­ca­sione la Com­mis­sione ha con­vo­ca­to Alessia Gen­tili­ni, vincitrice del con­cor­so d’idee per il logo, per un ringrazi­a­men­to e per esprimer­le il pro­prio apprez­za­men­to e i più sen­ti­ti com­pli­men­ti.

La Com­mis­sione per la deco sovra­co­mu­nale è com­pos­ta da un rap­p­re­sen­tante per ogni Comune ader­ente (sin­da­co o del­e­ga­to), e dai pres­i­den­ti del­la Comu­nità di Valle, di Ingar­da Trenti­no SpA e del Con­sorzio per il tur­is­mo Val di Ledro. L’o­bi­et­ti­vo del­la sua attiv­ità: val­oriz­zare e sal­va­guardare la pro­duzione tipi­ca del mon­do agri­co­lo, i piat­ti del­la tradizione e i prodot­ti arti­gianali d’ec­cel­len­za, carat­ter­is­ti­ci del ter­ri­to­rio, allo scopo di tute­lare e cus­todire il lavoro, le abi­tu­di­ni e gli usi del­la gente del luo­go. Nel­la con­vinzione che un prodot­to del­la ter­ra, un piat­to gas­tro­nom­i­co, un lavoro arti­gianale risentono sem­pre del­la sto­ria e delle vicis­si­tu­di­ni delle per­sone che nel tem­po han­no inven­ta­to, a volte per fan­ta­sia, altre per neces­sità, qual­cosa di par­ti­co­lar­mente buono, o utile, a vol­ta uni­co al mon­do.

Il logo del­la De.co Alto Gar­da e Ledro è sta­to com­mis­sion­a­to alla scuo­la LABA (Lib­era Accad­e­mia di Belle Arti) che ha indet­to un con­cor­so tra i pro­pri stu­den­ti dell’attuale sec­on­do anno del cor­so in graph­ic design, coor­di­nati dal prof. Mas­si­mo Balestri­ni. Selezionati, i migliori elab­o­rati grafi­ci sono sta­ti esposti nel­la sede del­la scuo­la e votati dai vis­i­ta­tori del­la mostra. Il logo scel­to è sta­to quel­lo di Alessia Gen­tili­ni, che la Com­mis­sione, in occa­sione del­la sua pri­ma sedu­ta, ha volu­to ringraziare, espri­men­dole il pro­prio apprez­za­men­to.

 

Parole chiave: