Alla scoperta degli stabilimenti del capoluogo gardesano, prezzi e iniziative

Desenzano, sulla sabbia c’è anche lo champagne

Di Luca Delpozzo
Sara Mauroner

Spi­agge qua­si deserte dal lunedì al ven­erdì e tut­to esauri­to durante il fine set­ti­mana. È il bilan­cio del­la pri­ma metà del­la sta­gione degli sta­bil­i­men­ti bal­n­eari di Desenzano.Un tur­is­mo «mor­di e fug­gi», carat­ter­iz­za­to soprat­tut­to dal tut­to esauri­to durante il week end. Dopo un giug­no impi­etoso, ora la sta­gione si sta ripren­den­do, anche se dal lunedì al ven­erdì si arri­va ad affittare non più del 20% dei let­ti­ni disponibili.Dal Vò a Riv­oltel­la sono otto le spi­agge che offrono un servizio di let­ti­no e ombrel­lone. Per far fronte alla crisi eco­nom­i­ca degli ulti­mi anni, i prezzi non sono aumen­tati rispet­to alla pas­sa­ta sta­gione. Un caf­fè al Desen­zani­no cos­ta 90 cen­tes­i­mi e un pani­no con sal­s­ic­cia alla griglia non supera i 3,50 euro. Con­frontan­do i prezzi per il noleg­gio di let­ti­no e ombrel­lone il por­to di Riv­oltel­la e la spi­ag­gia del­la Lega Navale Ital­iana risul­tano i più con­ve­ni­en­ti. Il saba­to e la domeni­ca l’affitto cos­ta 6 euro, con­tro i 9 euro del Desen­zani­no, i 10 del Desen­zano Beach, gli 8 del­la Spi­ag­gia d’Oro e i 7 del­la Feltrinelli.Le tar­iffe più alte si reg­is­tra­no dunque al Desen­zani­no, forse anche per la vic­i­nan­za con il cen­tro stori­co. In realtà gli sta­bil­i­men­ti sono due e han­no offerte e tar­iffe diverse. Nell’area gesti­ta da «La Casci­na» c’è la pos­si­bil­ità di fare degli abbona­men­ti: il pac­chet­to com­pos­to da due let­ti­ni, ombrel­lone e tavoli­no ha un cos­to di 75 euro a set­ti­mana, men­tre per un mese il prez­zo è di 250 euro. Nel­la fet­ta di spi­ag­gia «Desen­zano beach» è invece pos­si­bile noleg­gia­re ped­alò (10 euro per un’ora) e anche un tipo di canoa chia­ma­ta «Banana», 12 euro per 20 minuti.Per gli aman­ti del­lo sport, nel­la sede del­la Lega Navale in local­ità Vo’ è pos­si­bile affittare barche di diverse dimen­sioni con un prez­zo che varia dai 5 ai 25 euro, kayak e wind­surf; oltre a questi servizi ris­er­vati ai soci, è pos­si­bile affittare let­ti­no e ombrel­lone anche sen­za iscriver­si all’associazione.Con i suoi 20mila metri qua­drati, la Spi­ag­gia d’oro è invece il cen­tro bal­n­eare più este­so. Con un chiosco, ped­alò, beach vol­ley e uno spazio per il pat­ti­nag­gio e le par­tite di cal­cio è la meta priv­i­le­gia­ta dai più gio­vani, arrivan­do alle 2000 pre­sen­ze durante il fine set­ti­mana. Per chi ama il lus­so e non vuole rin­un­cia­re a ogni con­fort, può recar­si al «Gold­en Beach», sta­bil­i­men­to che occu­pa una parte del­la Spi­ag­gia d’oro. Sab­bia bian­ca, ris­torante, gaze­bo il tut­to con­di­to con una musi­ca di sot­to­fon­do, fan­no pen­sare per un atti­mo di essere in una local­ità esot­i­ca. Uni­co neo i prezzi un po’ esclu­sivi; il noleg­gio «King size bad» che prevede due teli mare, una com­po­sizione di frut­ta reale e acqua cos­ta 50 euro e, per chi non vuole pro­prio rin­un­cia­re a nul­la, si può anche pren­dere la tintarel­la sorseg­gian­do cham­pagne. Per una bot­tiglia si arri­va a spendere anche 250 euro.A Riv­oltel­la tro­vi­amo gli sta­bil­i­men­ti del­la Zat­tera e del Por­to. Sod­dis­fat­to per come sta andan­do la sta­gione Paride Bre­da, tito­lare del­lo sta­bil­i­men­to Por­to di Riv­oltel­la. «Rispet­to allo scor­so anno c’è più gente – spie­ga – gra­zie alla nuo­va passeg­gia­ta e la costruzione di due alberghi i tur­isti scen­dono anche al por­to. La domeni­ca alle 11 abbi­amo già il tut­to esauri­to».