Per Natale il Ripristino ambientale prevede di ultimare la rinaturalizzazione della foce

Due ponticelli di legno a punta Lido

16/10/2002 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Riva del Garda

Tut­ta la parte a lago di pun­ta Lido, pon­ti­cel­lo com­pre­so, è sta­ta inter­det­ta al tran­si­to per con­sen­tire al servizio di Ripristi­no ambi­en­tale del­la provin­cia di pros­eguire l’opera di rinat­u­ral­iz­zazione delle foci dei tor­ren­ti Albo­la e Varone. La con­ti­nu­ità del­la passeg­gia­ta lun­go­la­go, fre­quen­tatis­si­ma estate e inver­no da rivani ed ospi­ti, è statao assi­cu­ra­ta in via provvi­so­ria da due pon­ti­cel­li in leg­no e da un nas­tro di cemen­to, cui si accede imme­di­ata­mente a ridos­so del­la gela­te­ria Lido: il per­cor­so taglia la parte ter­mi­nale del par­co del­la Mirala­go pri­ma di ricon­giunger­si con la passeg­gia­ta in prossim­ità del villi­no Campi. La soluzione (lam­pi­oni com­pre­si) è provvi­so­ria. Per , se il tem­po non farà le bizze (le pre­vi­sioni sono del­l’ingeg­n­er Luciano Rigat­ti, diret­tore dei lavori), il lavoro sarà ulti­ma­to. La con­fluen­za dei due tor­ren­ti è sposta­ta d’u­na ottan­ti­na di metri a monte del­la foce; ver­rà real­iz­za­to, sulle spal­lette di cemen­to già pre­dis­poste, un uni­co ponte di acciaio e leg­no. Via gli argi­ni di cemen­to, le sponde sono real­iz­zate in mas­si di gran­di dimen­sioni. Verde ed erbe acquatiche com­pleter­an­no il lavoro.

Parole chiave: