Inaugurato il nuovo speciale mezzo nautico in dotazione ai Volontari del Garda. Lunga ben 7 metri e mezzo è attrezzata per il trasporto di infortunati anche gravi e per spegnere gli incendi

Ecco l’idro-ambulanza ora il lago è più sicuro

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Sul lun­go­la­go di Salò è sta­ta inau­gu­ra­ta l’idroambulanza dei Volon­tari del Gar­da, che con­tribuirà a miglio­rare il servizio di soc­cor­so in acqua.[FIRMA]DOPO I «CANI BAGNINI» in servizio sul lago da due set­ti­mane, dopo la motovedet­ta del­la Guar­da costiera e gli scafi del­la Finan­za, dei e dei Vig­ili del fuo­co, ecco il gom­mone Gem­i­ni degli «Angeli azzur­ri» di Gian­fran­co Rodel­la, adat­ta­to a nuove necessità.È una vera e pro­pria ambu­lan­za «imbar­ca­ta», attrez­za­ta per il trasporto di fer­i­ti e poli­trau­ma­tiz­za­ti. Ed è persi­no in gra­do di speg­nere even­tu­ali incen­di a bor­do dei natan­ti in difficoltà.Lungo 7 metri e mez­zo, largo tre e mez­zo, in vetro resina e gom­ma, ha un’autonomia di 6 ore e può trasportare fino a 18 per­sone. Dispone di una motopom­pa per incen­di, di due motori Evin­rude da 150 cav­al­li, ecoscan­daglio, radio nau­ti­ca, nav­i­ga­tore satel­litare Gps, barel­la spinale.Rimarrà attrac­ca­to sul lun­go­la­go di Salò, di fronte al Duo­mo, alle Gazzere, da dove par­tirono i sol­dati bena­cen­si per la battaglia di Lep­an­to nel 1562. Oggi la «battaglia» è con­tro inci­den­ti e infor­tu­ni sul lago.«Grazie al con­trib­u­to del­la Fon­dazione del­la comu­nità bres­ciana — ha spie­ga­to Luca Tur­ri­ni -, abbi­amo rimod­er­na­to e attrez­za­to il Gem­i­ni con due poten­ti motori. Ora pos­si­amo rag­giun­gere in tem­pi rapi­di le varie local­ità. Lo uti­lizzer­e­mo il saba­to e la domeni­ca, dalle 9 alle 18. Si trat­ta dei giorni in cui è più inten­so il traf­fi­co stradale, per cui sarà più agev­ole inter­venire via lago. L’equipaggio sarà for­ma­to dal pilota, da due sub (o, comunque, esper­ti nuo­ta­tori) e due soc­cor­ri­tori del­la Croce bian­ca di Bres­cia». Che, al momen­to è pre­sente sul Gar­da, con quat­tro moto med­ical­iz­zate, dis­lo­cate nel trat­to Desen­zano-Sirmione (altre due, del­la Asso­ci­azione nazionale cara­binieri, sono invece allog­giate a Gardone).ALLA CERIMONIA di pre­sen­tazione alla cit­tad­i­nan­za sono inter­venu­ti, tra gli altri, il neosin­da­co Bar­bara Bot­ti, il respon­s­abile del 118 Clau­dio Mare e il diret­tore ammin­is­tra­ti­vo Cesare Mei­ni, il pres­i­dente del­la Croce bian­ca di Bres­cia Fil­ip­po Sec­ca­mani Maz­zoli e quel­lo di Giuseppe Coman­del­li, il par­ro­co Francesco Andreis. Mon­signore, provet­to nuo­ta­tore (ha il brevet­to di bagni­no, ed è abile a rimanere a gal­la in ogni situ­azione), ha dato la benedi­zione, sot­to­lin­e­an­do come i «Volon­tari fac­ciano del bene a volte più dei preti». E augu­ra­to di acquistare in futuro un overcraft.Nell’occasione è sta­ta inau­gu­ra­ta anche una nuo­va ambu­lan­za, adibi­ta a soc­cor­so san­i­tario. Si trat­ta di una Wolksvagen T5, da 2500 cav­al­li, 4 x 4, com­ple­ta di tutte le più mod­erne attrezzature.

Parole chiave: -