Accordo sui canoni arretrati, entro fine 2008 si deciderà il futuro dell’immobile

Ex caserma Magnoliniora si valuta l’acquisto

05/01/2008 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Bruno Festa

Si sta pro­fi­lan­do un futuro diver­so per l’ex caser­ma Mag­no­li­ni, di Gargnano. Gli oltre ottomi­la metri quadri di edi­fi­cio sor­gono, in parte, al lato del­la stra­da statale (poco a nord del­l’at­tuale caser­ma dei ), men­tre altri fab­bri­cati sono poco più dis­tan­ti dal­la Garde­sana. Al momen­to, buona parte del­l’ed­i­fi­cio risul­ta inuti­liz­za­ta e solo qualche spazio è occu­pa­to da una coop­er­a­ti­va agri­co­la e dai mag­a­zz­i­ni comu­nali. Poche stanze sono sfrut­tate da alcu­ni grup­pi: sport, volon­tari­a­to, teatro, musica.Il sin­da­co Gian­fran­co Scar­pet­ta ha incon­tra­to i rap­p­re­sen­tan­ti del­l’A­gen­zia del Ter­ri­to­rio e, sul tap­peto, è fini­to imme­di­ata­mente l’af­fit­to che il comune deve pagare, essendo in arretra­to di una quar­an­ti­na di anni. La cifra stratos­fer­i­ca richi­es­ta al munici­pio è anda­ta assot­tiglian­dosi attra­ver­so una trat­ta­ti­va, in segui­to alla quale dalle casse del Comune usci­ran­no 120 mila euro, che andran­no a sal­dare il con­to con il Min­is­tero delle Finanze. Per­al­tro, dice Scar­pet­ta, parte del­l’im­por­to risul­ta già accantonato.Il futuro è in evoluzione. Di cer­to, i locali dovran­no essere sgomberati entro fine 2008, dopodiché entr­erà in sce­na la pos­si­bil­ità di acquistare l’enorme edi­fi­cio. La cifra del­la com­praven­di­ta, però (sep­pure non uffi­ciale) si col­locherebbe al di sopra dei tre mil­ioni di euro. Per questo moti­vo il comune che, in caso di alien­azione, ha la pos­si­bil­ità del­la prelazione, potrebbe tentare un’­op­er­azione di coin­vol­gi­men­to di cap­i­tale pri­va­to. Duplice la final­ità: anz­i­tut­to ridurre la cifra di acquis­to del­l’ed­i­fi­cio. In sec­on­do luo­go potrebbe essere stu­di­a­ta una soluzione per ricavare spazi ad uso sia pub­bli­co che pri­va­to. «A pat­to — speci­fi­ca Scar­pet­ta — che emergano carat­ter­is­tiche pro­dut­tive, vale a dire servizi, arti­giana­to, tur­is­mo, set­tore sociale. Di cer­to non avallere­mo spec­u­lazioni utili a facil­itare sec­onde case». Di Mag­no­li­ni si par­lerà in sede di attuazione del nuo­vo Pgt. È sicuro, spie­ga il sin­da­co, che miglior­erà l’im­mag­ine com­p­lessi­va del­la zona, a par­tire dal­l’e­lim­i­nazione del­l’iso­la eco­log­i­ca. Tra le ipote­si, invece, emerge l’ac­coglien­za di uffi­ci pub­bli­ci e del­la . Ma si par­la anche di un ostel­lo per gli stu­den­ti, se pros­eguirà il rap­por­to costrut­ti­vo con l’ di .