Fiori nella Rocca a Lonato del Garda

06/04/2018 in Attualità
Di Redazione

Piante e fiori rari nel­la stra­or­di­nar­ia cor­nice del­la Roc­ca vis­con­teo vene­ta di Lona­to del Gar­da, fortez­za fra le più impo­nen­ti del Nord Italia, Mon­u­men­to nazionale, da cui si gode una vista incom­pa­ra­bile sull’intero baci­no del Bena­co: questo il fas­ci­no di Fiori nel­la Roc­ca.

Anche quest’anno, i vis­i­ta­tori avran­no la pos­si­bil­ità di coni­u­gare la pas­sione per il verde e il gia­r­di­nag­gio alla visi­ta di un luo­go stori­co di pri­maria impor­tan­za: Fiori nel­la Roc­ca sarà infat­ti anche l’occasione per sco­prire i tesori del­la Casa del Podestà, fra le più inter­es­san­ti case- ital­iane, dove si vis­i­tano 20 ambi­en­ti com­ple­ta­mente arredati con mobili e sup­pel­let­tili antichi, in cui sono esposte preziose collezioni di dip­in­ti, maioliche e por­cel­lane. Imperdi­bile, la sua mag­nifi­ca  che cus­todisce cir­ca 50.000 volu­mi tra cui impor­tan­ti cod­i­ci miniati, auto­grafi e lib­ri antichi illus­trati.

Selezionati dal Gar­den Club Bres­cia e dal­la , ideatori dell’evento, saran­no pre­sen­ti i più impor­tan­ti vivaisti, colti­va­tori e ricer­ca­tori di essen­ze rare ital­iani, tra cui i più noti pro­dut­tori di erbacee peren­ni, rose, peonie, piante aro­matiche, med­i­c­i­nali e orti­cole par­ti­co­lari, agru­mi, ulivi e palmizi, iris, lavande, clema­tis, piante acquatiche, piante grasse, tilland­sie, frut­ti antichi, rampi­can­ti, camelie, rodo­den­dri, aceri.

Accan­to a fiori e piante, fig­ur­eran­no arre­di e com­ple­men­ti per ester­no, ele­men­ti dec­o­ra­tivi per il gia­rdi­no, edi­to­ria spe­cial­is­ti­ca di set­tore, ogget­ti per la vita all’aria aper­ta, cos­meti­ci nat­u­rali, abbiglia­men­to in cana­pa e fibre nat­u­rali per il tem­po libero e i momen­ti del gia­r­di­nag­gio, cap­pel­li di paglia e tes­su­to dec­o­rati con motivi flo­re­ali, acces­sori moda, olii ed essen­ze pro­fu­mate, mieli e prodot­ti dell’alveare, essen­ze pro­fu­mate.

Com­po­sizioni flo­re­ali ispi­rate ai pit­tori del ‘400 e Fiori di car­ta in antichi vasi di far­ma­cia - Fra gli even­ti col­lat­er­ali che arric­chi­ran­no Fiori nel­la Roc­ca, non mancherà l’appuntamento con le com­po­sizioni flo­re­ali cre­ate da Giusy Fer­rari Cielo, che ogni anno cura per la rasseg­na delle mostre di stra­or­di­nar­ia inven­ti­va e orig­i­nal­ità.  Quest’anno saran­no due le ele­gan­ti espo­sizioni fir­mate dal­la nota inseg­nante e Giu­dice inter­nazionale dell’Istituto Ital­iano Flo­re­ale Ama­tori I.I.D.F.A. di San­re­mo.
La pri­ma, nel­la Roc­ca, avrà come tito­lo Quat­tro­cen­to: l’Uomo e il fiore. Com­po­sizioni flo­re­ali ispi­rate ai pit­tori del ‘400. La sec­on­da, ospi­ta­ta eccezional­mente nel­la Bib­liote­ca stor­i­ca del­la casa-museo di Ugo Da Como, avrà come tito­lo Van­i­tas. Fiori di car­ta e antichi vasi di far­ma­cia nel­la Bib­liote­ca di Ugo Da Como e darà ai vis­i­ta­tori la pos­si­bil­ità di ammi­rare alcune preziose ed antiche maioliche prove­ni­en­ti da una collezione pri­va­ta che, uni­ta­mente a alcu­ni pezzi del­la Collezione di Ugo Da Como, ver­ran­no abbinati a com­po­sizioni flo­re­ali real­iz­zate in car­ta dall’impareggiabile gus­to di Giusy Fer­rari Cielo.

Lezioni di acquerel­lo dal vero - Dopo il grande suc­ces­so riscos­so la scor­sa edi­zione, ritornerà Alessan­dra Bruno con le sue segui­tis­sime lezioni di acquerel­lo dal vero e con l’espo­sizione di una rac­col­ta di opere. Il mon­do di Alessan­dra Bruno è pieno di col­ore. Un col­ore che è non è solo mate­ria, ma calore, ambi­ente, accoglien­za. Un’artista poliedri­ca, in gra­do di fondere poet­i­ca­mente le cromie calde ai toni fred­di e abbina­re sapi­en­te­mente le linee mor­bide a quelle spigolose. Si trat­ta di una ricer­ca che mira all’equilibrio tra il sen­tire e l’esprimere, l’ascoltare e il mostrare. La sua è una pit­tura in gra­do di risveg­liare tut­ti i sen­si, non solo quel­lo del­la vista. Da sem­pre imm­er­sa nel mon­do dell’arte, con un non­no pit­tore e scul­tore e una famiglia di gioiel­lieri e orefi­ci, cresci­u­ta da sem­pre nel mon­do dell’illustrazione e del gia­rdi­no, Alessan­dra Bruno fa tesoro di tutte le espe­rien­ze ed esi­bisce nel­la sua opera le sue diverse ani­me.

Appun­ta­men­ti, fra gia­r­di­nag­gio e cul­tura — In pro­gram­ma anche lezioni gra­tu­ite di com­po­sizione flo­re­ale tenute dal Mae­stro Fabio Chio­da dell’Atelier Nibel di Sirmione, che inseg­n­erà come com­porre deliziosi e incon­sueti bou­quet per la casa, e lezioni gra­tu­ite di potatu­ra e cura del gia­rdi­no a cura di esper­ti, che intro­dur­ran­no i parte­ci­pan­ti alle regole base su come potare al meglio le varie tipolo­gie di piante ed arbusti e svel­er­an­no alcune regole base  per avere sem­pre in ordine e rigoglioso il gia­rdi­no.