Aprile 2015

Gienne_Aprile_2015Quan­do avre­mo com­ple­ta­to la dis­tribuzione di questo numero di GN sarà Pasqua. Una data e una ricor­ren­za atte­sa, sia per le cel­e­brazioni litur­giche dei cris­tiani sia per la pri­ma fines­tra che si apre sul­la nuo­va sta­gione tur­is­ti­ca.

Per i cre­den­ti questo è uno dei prin­ci­pali momen­ti dell’anno litur­gi­co, con la morte e la Risur­rezione di Gesù Cristo. Gior­nate di gioia e di fes­ta, che molti vivono inte­ri­or­mente, con la pro­pria fede e con le pro­prie rif­les­sioni, e solo per poco tem­po con la comu­nità, sem­pre più indaf­fara­ta nel­la ricer­ca di sod­dis­fazioni e risul­tati per­son­ali.

Per gli addet­ti all’industria del forestiero, invece, sono gior­nate di lavoro per l’arrivo dei pri­mi tur­isti dell’anno. La pri­mav­era, però, si sa è “pazzerel­la” e molto dipende da come si met­terà il meteo (o meglio, da come potrebbe essere, vis­to gli anda­men­ti altal­enan­ti degli anni pas­sati) per la prossi­ma onda­ta di vacanzieri.

Cer­to, nei giorni scor­si, per­cor­ren­do le strade dell’area garde­sana si res­pi­ra­va già un sen­so di alle­gria, nel vedere molti alber­ga­tori impeg­nati ad arieg­gia­re e pulire i pro­pri eser­cizi, cor­ri­eri impeg­nati nel­la con­seg­na di col­li alle attiv­ità com­mer­ciali, vetrine e locali in alles­ti­men­to, gran­di prepar­a­tivi…

Negli scor­si mesi inver­nali, for­tu­nata­mente, le nos­tre par­ti han­no sen­ti­to poco la paro­la che primeg­gia in Italia: “crisi”. Qualche lamentela si aggi­ra sem­pre, anche per le nos­tre strade, ma è d’abitudine.Speriamo che le bel­la sta­gione por­ti sulle nos­tre rive un’ondata di ottimis­mo per com­mer­cianti e impren­di­tori del tur­is­mo e che il 2015 sia un anno pos­i­ti­vo. Pri­ma di con­gedar­mi con gli auguri, vor­rei ringraziare quegli autori che, rischi­an­do molto, mi han­no dato la pos­si­bil­ità di pre­sentare i loro lib­ri “fra ami­ci”: “Niente è più lo stes­so” di For­can Azari e “L’ultima luna di feb­braio” di Car­lo Alber­to Biazzi.

A tut­ti voi, cari let­tori che sem­pre più numerosi ci segui­te, i più fer­vi­di auguri di una ser­e­na e san­ta Pasqua, anche a nome del nos­tro edi­tore e di tut­ti i nos­tri preziosi col­lab­o­ra­tori.

Gienne_Aprile_2015_Web



Tutti i PDF di Gienne - Anche sul Canale Telegram