Gienne Agosto 2017

Quan­do è arriva­ta la notizia che Peschiera del Gar­da entra­va con le sue mura veneziane nel pat­ri­mo­nio mon­di­ale dell’Umanità, mi sono sen­ti­to oltre che garde­sano una per­sona baci­a­ta dal­la for­tu­na e dal­la sto­ria. Anco­ra una vol­ta al “mio” lago veni­va riconosci­u­to il mer­i­to di aver saputo con­ser­vare e difend­ere le sue orig­i­ni e le sue radi­ci storiche, pas­sano i sec­oli, ma la sto­ria rimane. Rimane in bel­la vista per­ché la cura che gli ammin­is­tra­tori pub­bli­ci, a volte anche con l’aiuto dei pri­vati, han­no ded­i­ca­to al man­ten­i­men­to di questi luoghi pieni di sto­ria han­no fat­to sì che, a Cra­covia, sia sta­ta accol­ta la richi­es­ta dell’arilica Peschiera e con­ces­so il tito­lo di “Pat­ri­mo­nio mon­di­ale dell’Umanità”.
Questo riconosci­men­to va ad aggiunger­si a quel­li già ottenu­ti per i siti palafit­ti­coli preis­tori­ci, che sulle rive garde­sane di cer­to non mancano.
Anco­ra un tas­sel­lo di sto­ria da inserire nel bilan­cio dell’economia locale, che vede anche per questo 2017 un forte aumen­to delle pre­sen­ze tur­is­tiche. Anche la pau­ra inter­nazionale lega­ta ai fat­ti di cronaca qua­si quo­tid­i­ani influisce pos­i­ti­va­mente su questo dirot­ta­men­to del flus­so tur­is­ti­co ver­so il Gar­da. Ma cre­do non solo questo sia il fat­tore lega­to al boom tur­is­ti­co. Ad esso sono legati moltepli­ci fat­tori che van­no innanz­i­tut­to attribuiti alla cura, anche se non per­fet­ta anco­ra, del ter­ri­to­rio, alla pro­fes­sion­al­ità degli oper­a­tori dell’industria del forestiero, alle bellezze che ci cir­con­dano, com­p­rese le numerose attrazioni tur­is­tiche. E non scor­diamo la vic­i­nan­za alle cit­tà d’arte che dis­tano dal Gar­da poche decine di chilometri.
Infine, mi piace sot­to­lin­eare l’impegno dei respon­s­abili del con­trol­lo delle acque, che con il loro con­tin­uo oper­are riescono a dare a noi e ai tur­isti la qua­si total­ità del­la bal­ne­abil­ità. Ricor­date quan­do anni orsono l’allora pres­i­dente del­la , Fran­co Tode­sco, davan­ti a tele­camere, fotografi e gior­nal­isti bevve un bic­chiere di acqua prel­e­va­to diret­ta­mente dal lago? Ecco questo è il nos­tro lago. Abbi­a­mone sem­pre cura.
Buone vacanze!

Gien­ne-Agos­to-2017


Tutti i PDF di Gienne - Anche sul Canale Telegram