Gienne Febbraio 2021

Forse che sì, forse che no!

Prob­a­bil­mente il nos­tro Vate , “l’orbo veg­gente”, già nel 1910 quan­do scrive­va questo suo roman­zo, già ave­va pre­vis­to cosa sarebbe accadu­to 80 anni dopo. Noi oggi vivi­amo nell’incertezza del domani non sapen­do di pre­ciso cosa fare come com­portar­ci con la pau­ra, il ter­rore di uscire di casa, di incon­trare per­sone, par­en­ti ami­ci per non par­lare poi di chi poi ha famil­iari impeg­nati per lavoro all’estero: quan­do potran­no rag­giunger­li o far­si rag­giun­gere. Ecco in ques­ta situ­azione, in quest’ottica vivi­amo alla gior­na­ta sen­za sapere se, noi garde­sani ma anche in molte altre local­ità tur­is­tiche nazion­ali, potremo ripren­dere le nos­tre attiv­ità legate all’Industria del Forestiero, fonte di vita dell’intera area.

Non sap­pi­amo, non abbi­amo certezze, se apri­ran­no i musei, i parchi, le bib­lioteche, i teatri, l’arena, insom­ma: non sap­pi­amo nul­la e non sapen­do nul­la diven­ta assai dif­fi­cile programmare.

Io sono sem­pre sta­to un ottimista, forse anche un po’ trop­po, nel­la mia vita e anche adesso vivo nell’ottimismo pur sapen­do e viven­do la situ­azione, dram­mat­i­ca, attuale. Con ogni prob­a­bil­ità quel­lo che state leggen­do ora è già diven­ta­to acqua pas­sa­ta, la realtà attuale potrebbe essere diver­sa da quel­la scrit­ta, nel bene e nel male. E nel bene e nel male dob­bi­amo con­tin­uare a pro­gram­mare, ad avere fidu­cia nel futuro prossi­mo, immi­nente, e sper­are nel­la clemen­za del Buon Dio che sem­pre, anche nelle avver­sità, ci aiu­ta e sostiene.

Cer­to forse parole amare per col­oro che nel­la pan­demia han­no dovu­to scon­trar­si con la perdi­ta di con­giun­ti, par­en­ti o ami­ci, ma, come dice­va il vec­chio sag­gio, la vita con­tin­ua!!! E noi con essa.

Nel­la cop­er­ti­na di questo numero abbi­amo volu­to inserire una maschera carnevalesca, a ricor­do delle vec­chie ed alle­gre abi­tu­di­ni e tradizioni nel­la con­sapev­olez­za che quest’anno, in questo mese, il , col­orato ed alle­gro di un tem­po, non ver­rà cel­e­bra­to, ma nem­meno dimen­ti­ca­to. Ora­mai ci siamo qua­si abit­uati a dover tralas­cia­re qual­cosa del nos­tro pas­sato nell’attesa di una ripresa che sep­pur lenta­mente tornerà e con essa il sor­riso, del­la maschera, con essa.

Forse più sì che no!

Scar­i­ca il PDF

146° Gien­ne — Feb­braio 2021


Tutti i PDF di Gienne - Anche sul Canale Telegram