Una rievocazione storica con centinaia di figuranti per tre giorni

Gli eserciti invadono il paese. Si rivive la battaglia del 1796

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

Le truppe aus­tri­ache e france­si torner­an­no a fron­teggia­r­si sul­la piaz­zaforte aril­i­cense, gra­zie alla tradizionale del­la battaglia che andrà in sce­na da oggi a domeni­ca. «Ogni anno viene scel­to un episo­dio bel­li­co ben pre­ciso», spie­ga Gior­gio Capone, autore di ricerche storiche. «Ques­ta vol­ta si trat­ta del fal­li­men­to del­la cosid­det­ta tenaglia, quel­la real­iz­za­ta dalle due armate aus­tri­ache del coman­dante Wurmser, e del­la seguente battaglia avvenu­ta a Peschiera il 6 agos­to 1796, durante la pri­ma Cam­pagna napoleon­i­ca d’Italia». Il pen­tagono del­la Fortez­za sull’acqua si prepara così ad ospitare centi­na­ia di fig­u­ran­ti: parte dei parcheg­gi e dei gia­r­di­ni sui bas­tioni saran­no allesti­ti per gli accam­pa­men­ti, l’osteria aus­tri­a­ca sarà posizion­a­ta a Por­ta Bres­cia, men­tre le strade del cen­tro stori­co saran­no ani­mate da parate e com­bat­ti­men­ti che potran­no iniziare in qualunque momen­to durante gli incon­tri casu­ali di truppe dei due eserci­ti. Durante i tre giorni del­la man­i­fes­tazione, inoltre, il Sot­totet­to del­la Caser­ma di artiglieria di Por­ta Verona ospiterà una mostra di ogget­tis­ti­ca mil­itare, fotografie e mappe delle fortezze venete, aper­ta con orario con­tin­u­a­to dalle 9 alle 19. Il pro­gram­ma prevede per ques­ta mat­ti­na l’inaugurazione dell’esposizione e nel pomerig­gio, a par­tire dalle 18, l’alzabandiera delle truppe veneziane, l’apertura al pub­bli­co degli accam­pa­men­ti e ronde e scon­tri armati per il cen­tro stori­co. Domani la ricostruzione di episo­di e com­bat­ti­men­ti dell’epoca inzierà già dal mat­ti­no, men­tre alla sera, alle 21, vi sarà la battaglia e la pre­sa del­la forteza a par­tire dagli spazi anti­s­tan­ti Por­ta Bres­cia. Gran finale nel­la mat­ti­na­ta di domeni­ca, con spet­ta­coli e rap­p­re­sen­tazioni d’epoca dalle 9 alle 11 e para­ta finale delle truppe, che alle 12 si con­ged­er­an­no in piaz­za del Munici­pio. «La rie­vo­cazione é un appun­ta­men­to fis­so nel cal­en­dario degli even­ti di Peschiera e il suo suc­ces­so negli anni é sta­to tale da moti­vare il Comune ad inve­stirvi sem­pre più risorse ed energie», com­men­tano Bar­bara Vac­chi­ano ed Eva Di Loren­zo, rispet­ti­va­mente asses­sore al Tur­is­mo e con­sigliere incar­i­ca­to alla Cul­tura. La novità di ques­ta edi­zione sarà la pre­sen­za del­la «Sio­ra Veron­i­ca», stori­co bial­bero del Gar­da con­ces­so dai pro­pri­etari che ver­rà equipag­gia­to con boc­che da fuo­co e trasfor­ma­to in una fre­ga­ta francese a sup­por­to delle truppe di Napoleone dalle acque del porto.

Parole chiave: