Un gruppo di ragazzi organizza, per sabato 17 e Domenica 18 agosto, un raduno potteriano di beneficenza

Harry Potter” benefico alla Rocca di Lonato

13/08/2013 in Attualità
Parole chiave:
Di Luigi Del Pozzo

La scuo­la di magia e stre­gone­r­ia di Hog­warts si trasferisce per due giorni a Lona­to del Gar­da, all’interno del­la Roc­ca vis­con­teo-vene­ta per un even­to benefi­co orga­niz­za­to da un grup­po di gio­vanis­si­mi e patro­ci­na­to dall’Ammin­is­trazione Comu­nale e dal­la .

La pro­pos­ta per questo fine set­ti­mana di metà agos­to è riv­ol­ta a tut­ti gli appas­sion­ati del­la saga di Har­ry Pot­ter: due giorni carichi di magia con il cuore in mano per diver­tir­si e rac­cogliere fon­di in favore delle popo­lazioni ter­re­mo­tate dell’Emilia Romagna che anco­ra neces­si­tano di molti aiu­ti.

Il 17 e 18 agos­to la sto­ria di magia più famosa del mon­do pren­derà vita tra le mura del­la Roc­ca di Lona­to anti­ca come il castel­lo di Hog­warts e sit­u­a­ta sul­la cima del­la col­li­na “del­la Rova” da cui è pos­si­bile ammi­rare il baci­no del Lago di Gar­da. Maghi e maghet­ti si potran­no sen­tire pro­prio come ad Hog­warts… come a CASA!

Gli orga­niz­za­tori delle due gior­nate sono un grup­po di gio­vani fans del maghet­to, che gestis­cono con pas­sione una delle tan­tis­sime pagine face­book ded­i­cate a Har­ry Pot­ter: «Sta cam­bian­do fuori. Arri­va una tem­pes­ta, Har­ry. Come l’ul­ti­ma vol­ta», che con­ta oltre 43.000 fans e che ha garan­ti­to per la pri­ma edi­zione del Raduno, tenu­tasi lo scor­so anno nel­la berga­m­as­ca, la pre­sen­za di oltre quat­tro­cen­to ragazzi e una rac­col­ta fon­di a favore dell’Associazione “Una scuo­la per Miran­dola” di cir­ca cinquemi­la Euro.

Il “menu” di attiv­ità del fine set­ti­mana sarà intera­mente a tema magi­co: lo smis­ta­men­to nelle Quat­tro Scuole, la Tombo­la e la Lot­te­ria, i quiz sul­la saga, la mag­i­ca cac­cia al tesoro, gli scac­chi dei maghi, il cru­civer­bone pot­te­ri­ano e le gare di Quid­ditch.

Per gli adul­ti e per i pochissi­mi ragazzi che non han­no dimes­tichez­za con le abi­tu­di­ni dei pro­tag­o­nisti del­la saga, il Quid­ditch è uno sport con sette atleti per squadra che rico­prono quat­tro diver­si ruoli (cac­cia­tori, portiere, bat­ti­tori e cer­ca­tore) e usano tre diver­si tipi di palle (la pluffa, un pal­lone da pallavo­lo, le palle da dodge­balle il boc­ci­no, una pal­la da ten­nis). Ogni parte­ci­pante deve gio­care con una sco­pa tra le gambe per tut­ta la dura­ta del­la par­ti­ta. Il boc­ci­na­tore, che non appar­tiene a nes­suna delle due squadre e non usa una sco­pa, può usare qual­si­asi mez­zo per evitare la “cat­tura”, inclu­so il con­tat­to fisi­co. Una par­ti­ta di Quid­ditch non finisce finché il boc­ci­no (val­ore 30 pun­ti) non sarà rego­lar­mente cat­tura­to dai pan­taloni del boc­ci­na­tore.

Ci saran­no quin­di tut­ti gli ingre­di­en­ti che han­no fat­to dei romanzi di J.K. Rowl­ing un suc­ces­so plan­e­tario: dai duel­li con le bac­chette alle par­tite di scac­chi magi­ci, dalle civette di peluche ai cos­tu­mi fedel­mente ispi­rati alle divise degli stu­den­ti di Hog­warts.

Ma l’importanza dell’evento non è lega­ta solo alla meti­colosità con cui gli orga­niz­za­tori han­no pen­sato tutte le attiv­ità, ben­sì allo scopo benefi­co dell’iniziativa. L’as­so­ci­azione cui andran­no i fon­di è “Una scuo­la per Miran­dola”, nata in segui­to al crol­lo del­la scuo­la ele­mentare Dante Alighieri del paese a causa del ter­re­mo­to in Emil­ia. Durante l’even­to saran­no in ven­di­ta molti gad­get sul­la saga, oltre a un vas­to assor­ti­men­to di seg­nal­ib­ri, brac­cialet­ti, magli­ette, bandiere, por­tachi­avi, spille, orec­chi­ni, anel­li, col­lane e penne, oltre a lib­ri e bac­chette di pro­duzione arti­gianale.

La Fon­dazione Ugo Da Como, che ormai da alcu­ni anni ha affi­an­ca­to alle attiv­ità pret­ta­mente didat­tiche riv­olte alle sco­laresche di ogni ordine e gra­do in visi­ta al museo una serie di inizia­tive ded­i­cate ai bam­bi­ni e ai ragazzi, ha patro­ci­na­to con il Comune di Lona­to ques­ta inizia­ti­va.

Dopo i lab­o­ra­tori del “Gio­cAn­ti­co” che ripren­der­an­no in autun­no ogni terza Domeni­ca del mese, dopo la gior­na­ta tut­ta ded­i­ca­ta a “Re Artù e i cav­a­lieri del­la Tavola Roton­da” del­lo scor­so 26 mag­gio, saran­no dunque maghi e maghet­ti a invadere i bas­tioni del­la stor­i­ca fortez­za per una due giorni ded­i­ca­ta alla magia e alla sol­i­da­ri­età.

L’ingresso gior­naliero al raduno pot­te­ri­ano è di 2 euro per bam­bi­ni, ragazzi e adul­ti accom­pa­g­na­tori.

Anche il Cin­e­ma esti­vo dedicherà la proiezione di saba­to sera 17 agos­to a Har­ry Pot­ter con l’ultimo film del­la saga usci­to nel 2011 “Har­ry Pot­ter e i Doni del­la Morte – parte 2”. Inizio del­lo spet­ta­co­lo alle ore 21.

Parole chiave: