Le presenze sono cresciute del 16 per cento in due anni, oltre mille persone al nuovo ufficio informazioni

I turisti scelgono lo Iat

13/01/2008 in Attualità
A Affi
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
A.S.

Il sin­da­co Rober­to Bonomet­ti sti­la un reso­con­to del pri­mo anno di aper­tu­ra dell’ uffi­cio tur­is­ti­co, aper­to il pri­mo mag­gio nell’edificio dell’autogrill, pro­prio all’uscita del casel­lo autostradale di Affi. «I dati prodot­ti dal­lo Iat, per un peri­o­do di sei mesi con­sid­er­a­to che il 31 otto­bre lo sportel­lo viene chiu­so, sono più che pos­i­tivi. Ci sono state più di mille per­sone che sono entrate per chiedere infor­mazioni. I numeri prodot­ti mostra­no che se nel 2005 gli arrivi era­no 19.162, nel 2007 sono sta­ti 23.603, con un incre­men­to del 23,18 per cen­to in due anni. Questo è un dato molto ril­e­vante per Affi, anche per le pre­sen­ze, che sono pas­sate da 45.123 nel 2005 a 52.529 nel 2007, con una cresci­ta del 16,41 per cento».«Un aumen­to», spie­ga il sin­da­co, «che si avvic­i­na molto al 10 per cen­to ann­uo. È un risul­ta­to eccel­lente, che ci riem­pie di orgoglio, poiché Affi si è sem­pre con­sid­er­a­to un paese tur­is­ti­co, anche se politi­ca­mente questo non ci è anco­ra sta­to riconosci­u­to». «L’ufficio tur­is­ti­co sta­gionale, al pri­mo anno di attiv­ità, è sta­to allesti­to dal­la Provin­cia, che ringrazi­amo viva­mente, men­tre i costi di ges­tione sono a cari­co del Comune. Per­tan­to riten­go sia sta­to fat­to un buon lavoro, non solo a sosteg­no di Affi, ben­sì di tut­to il com­pren­so­rio -Gar­da. Per questo siamo inten­zionati a ripro­por­lo per il 2008 e a lavo­rare con la Provin­cia per ren­der­lo sem­pre più vis­i­bile ed accogliente. Sis­te­mer­e­mo meglio l’area ester­na e il parcheg­gio e vor­rem­mo venisse seg­nala­to all’uscita del casel­lo e pos­si­bil­mente anche in autostrada».Il Comune ha dato in ges­tione l’ufficio all’associazione alber­ga­tori di Gar­da, Coster­mano e Affi, che lo ha tenu­to aper­to 40 ore set­ti­manali, con imp­ie­ga­ta Daniela Dall’Agnola.La posizione dell’ufficio favorisce la richi­es­ta di infor­mazioni iner­en­ti l’intero ter­ri­to­rio. Inoltre i dati sta­tis­ti­ci elab­o­rati nei pri­mi sei mesi di aper­tu­ra, dicono che l’80 per cen­to dei tur­isti chiedono infor­mazioni di carat­tere gen­erale, men­tre il 20 per cen­to si fer­ma per ottenere infor­mazioni sug­li alberghi. Per tut­ti i mesi di alta sta­gione gli uten­ti stranieri sono sta­ti cir­ca il doppio di quel­li italiani.Da mag­gio ad otto­bre così gli ital­iani sono sta­ti 421 e gli stranieri 716, per un totale di 1.137 cli­en­ti. Le infor­mazioni richi­este han­no spazi­a­to a 360 gra­di. Dalle notizie sug­li aere­o­por­ti, al cat­a­l­o­go hotel di tut­to il lago, alle infor­mazioni sulle strade , depli­ants di Garda­land, par­co Sig­urtà, Zoo safari, Funi­via di Mal­ce­sine, Are­na di Verona. Ma non sono man­cate domande sui ris­toran­ti, direzioni per i pae­si del lago e per la Ger­ma­nia, car­tine del lago, negozi del­la zona, dis­trib­u­tori di gas, agri­t­ur­is­mo. Infor­mazioni anche su come arrivare alla Madon­na del­la Coro­na, itin­er­ari per Mtbike, orari dei cen­tri com­mer­ciali. Domande anche su hotel del­la spon­da bres­ciana, autono­leg­gi, fer­mate auto­bus, pedag­gio in autostra­da, depli­ant delle man­i­fes­tazioni, cas­cate di Moli­na, impianti di risali­ta sul Bal­do, come arrivare in Valpo­li­cel­la, fino alla richi­es­ta di infor­mazioni sul più vici­no Inter­net point, uffi­cio cam­bio valuta,bancomat, dove parcheg­gia­re a Verona e molte altre infor­mazioni su tut­ta la provincia.

Parole chiave: -

Commenti

commenti