Diplomatici di 30 Stati in visita a Castellaro. In precedenza sono stati ricevuti in prefettura

Il borgo affascina i consoli

09/05/2002 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Monzambano

Con­soli di una trenti­na di Pae­si, in prat­i­ca qua­si tut­to il cor­po diplo­mati­co con sede a , han­no fat­to visi­ta ieri al Man­to­vano, sof­fer­man­dosi in par­ti­co­lare, nel pomerig­gio, a Castel­laro Lagusel­lo. Accom­pa­g­nati dal prefet­to Gian­ni Iet­to e dal­la moglie, sono sta­ti qui accolti dal­l’in­tera giun­ta, gui­da­ta dal sin­da­co Mau­r­izio Pel­lizzer. Del­l’an­ti­co bor­go medio­e­vale han­no ammi­ra­to il castel­lo di orig­i­ni due­cen­tesche con torre, mura e bas­tioni. Per tut­ti è risul­ta­to di grande sug­ges­tione il pae­sag­gio del­l’an­fiteatro moreni­co, a coro­na di un bel laghetto.Un bal­zo a ritroso nel tem­po è avvenu­to anche gra­zie ai ven­ti fig­u­ran­ti, che si sono pre­sen­tati nei preziosi cos­tu­mi che carat­ter­iz­zano la orga­niz­za­ta ogni anno a Mon­zam­bano per la fes­ta del­l’u­va. Tra loro, per­son­ag­gi di dame, cav­a­lieri e guerrieri.I diplo­mati­ci, parec­chi dei quali con i famigliari, era­no sta­ti rice­vu­ti in mat­ti­na­ta in prefet­tura a Man­to­va, dove era ad atten­der­li anche il vicesin­da­co Albi­no Por­ti­ni. Suc­ces­si­va­mente era­no andati a vis­itare lo sta­bil­i­men­to Csp di Cere­sara, uno dei sim­boli del­la pro­duzione provin­ciale del­la calza.Alle 17.30 gli ospi­ti sono giun­ti a Castel­laro. Caden­do un’in­sis­tente piog­gerel­la, si sono trat­tenu­ti più a lun­go del pre­vis­to nel­la splen­di­da vil­la dei nobili Tacoli, da cui per­al­tro si dom­i­na un panora­ma moz­zafi­a­to. A illus­trare la sto­ria e le bellezze del pos­to è sta­to Pao­lo Sac­co­man. A tut­ti è sta­to dato in omag­gio un libro ric­ca­mente illus­tra­to del­la Mon­zam­bano del ‘900. Alle 19 i con­soli si sono acco­mi­atati dalle autorità locali e si sono mes­si in viag­gio per far ritorno a Milano.«E’ sta­ta una visi­ta gra­di­tis­si­ma — ha poi com­men­ta­to l’asses­sore Angi­oli­na Bom­pieri -. I con­soli han­no dimostra­to di aver molto apprez­za­to il nos­tro bor­go medio­e­vale. Nel­l’an­darsene han­no assi­cu­ra­to che ver­ran­no nuo­va­mente a Castel­laro, mag­a­ri per sof­fer­mar­si con i famigliari ancor più a lun­go, speran­do ovvi­a­mente in una gior­na­ta con con­dizioni atmos­feriche migliori».

Parole chiave: