Serata di gala al Vittoriale di Gardone con Federica Moro, alcuni vincitori delle passate edizioni, cabarettisti e balletti. Sono diciannove le tappe della manifestazione canora che toccherà otto paesi veronesi

Il Cantalago debutta nella «casa» di D’Annunzio

Di Luca Delpozzo
Stefano Joppi

Scat­ta il . Ques­ta sera alle 21,30 in ter­ra bres­ciana inizia il tour lun­go le sponde del Benà­co del Can­ta­la­go, popo­lare man­i­fes­tazione cano­ra del­l’es­tate garde­sana. Il debut­to, in realtà una ser­a­ta di gala, avviene nel pres­ti­gioso teatro Vit­to­ri­ale ed apre la serie delle suc­ces­sive dician­nove tappe che coin­vol­ger­an­no altret­tan­ti cen­tri lacus­tri e del­l’im­me­di­a­to entroter­ra. La man­i­fes­tazione è orga­niz­za­ta dal­l’as­so­ci­azione Bena­cus con il patrocinio delle regioni Vene­to e Lom­bar­dia, del­la Provin­cia Autono­ma di Tren­to, del­la , del­l’asses­so­ra­to al tur­is­mo delle Province di Verona e Bres­cia, e del­l’ap­por­to del­l’Azien­da di pro­mozione tur­is­ti­ca Riv­iera degli Olivi. A con­durre il gala Fed­er­i­ca Moro, pro­tag­o­nista in pas­sato di film con Adri­ano Celen­tano e for­tu­nate mini serie tele­vi­sive. Ospi­ti d’ec­cezione Glo­ria Zanin e Susan­na Huck­step, due ex miss Italia che si altern­er­an­no come con­dut­tri­ci nel cor­so delle prossime tappe del Fes­ti­val in pro­gram­ma nelle piazze più belle e sug­ges­tive del ter­ri­to­rio bena­cense. Ques­ta sera ad aprire musi­cal­mente lo spet­ta­co­lo sarà Andrea Van­ti­ni, diret­tore artis­ti­co del­la man­i­fes­tazione, pro­po­nen­do il pez­zo ined­i­to Sto­ria ded­i­ca­to al . Com­p­lesso volu­to dal poeta Gabriele D’An­nun­zio (1863–1938) per un duplice scopo: farne la sua dimo­ra (vi abitò dal 1921 alla morte) e nel­lo stes­so tem­po un mon­u­men­to al suo genio e alle imp­rese com­piute nel cor­so del­la pri­ma guer­ra mon­di­ale. Il Vit­to­ri­ale sorge su nove ettari di ter­reno e rac­chi­ude edi­fi­ci, com­p­lessi mon­u­men­tali, il mau­soleo con la tom­ba del poeta, gia­r­di­ni e il teatro all’aper­to dove si svol­gerà il Can­ta­la­go che vedrà esi­bir­si ospi­ti musi­cali come il vicenti­no Pao­lo Fin, il toscano Ale Sca­tizzi, entram­bi legati alla casa musi­cale Warn­er, e le pro­duzioni del Fes­ti­val del Gar­da Elisa Antonel­li d’Il­lasi, Ivan Pre­da di Verona e Dilet­ta Orlan­di di Desen­zano. Ma non solo le can­zoni ter­ran­no ban­co nel gala che vede la parte­ci­pazione del cabaret­tista del­lo Zelig di Gior­gio Zanet­ti e del cor­po di bal­lo Gam­blers diret­to dal core­ografo Nan­do De Bor­toli. Spazio anche al rap con i Matross e alla vincitrice del­l’edi­zione 2000 del Can­ta­la­go, la gio­vanis­si­ma bres­ciana Ele­na Tav­erni­ni. Tra gli ospi­ti anche Cris­t­ian Pighi, il par­ruc­chiere di Lazise, che vinse il Fes­ti­val del Gar­da nel ’99 a Desen­zano nel­la finalis­si­ma pre­sen­ta­ta da Simona Ven­tu­ra e Fran­co Oppi­ni con in platea, a capo del­la giuria, il mae­stro Mogol. Pighi è ora sot­to con­trat­to con il discografi­co tedesco Robert Jung, com­pos­i­tore di oltre trem­i­la can­zoni tra cui «La pas­torel­la» inter­pre­ta­ta da due­cen­to cinquan­ta artisti diver­si e che ha ven­du­to qual­cosa come 25 mil­ioni di copie in tut­to il mon­do. Ven­erdì prossi­mo il Can­ta­la­go debut­terà a Vol­ta Man­to­vana e poi farà la pri­ma tap­pa nel Veronese, in piaz­za a Bus­solen­go, saba­to 7 luglio, Gli altri pae­si verone­si che sran­no toc­cati dal­la man­i­fes­tazione sono peschiera, Tor­ri, Mal­ce­sine, Cavaion, Gar­da, Lazise e .