Il 30 giugno è una data che rimarrà storica per il monte Baldo.

Il rifugio Mondini sul Monte Baldo ora è malga Prada

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Annamaria Schiano

Il 30 giug­no è una data che rimar­rà stor­i­ca per il monte . Lo dice l’avvocato Mar­co Bis­ag­no, pres­i­dente del­la soci­eta Pra­da-Monte Bal­do, che rap­p­re­sen­ta i comu­ni di San Zeno di Mon­tagna e Bren­zone, pro­pri­etari del­la cab­i­novia-seg­giovia ristrut­tura­ta e ria­per­ta l’anno scor­so dopo anni di inat­tiv­ità. «Il 30 giug­no 2004 è sta­to siglato l’atto notar­ile di acquis­to degli impianti e degli immo­bili annes­si. Il 30 giug­no 2005 è sta­ta inau­gu­ra­ta la rimes­sa in fun­zione del­la cab­i­novia-seg­giovia. Il 30 giug­no 2006, inau­guri­amo la ristrut­turazione e la ria­per­tu­ra dell’ex rifu­gio Mon­di­ni, al quale abbi­amo cam­bi­a­to nome, ora si chia­ma Mal­ga Pra­da». Una coin­ci­den­za sicu­ra­mente orig­i­nale: «Uno stra­no gio­co del des­ti­no», pre­cisa Bis­ag­no, «ha fis­sato ques­ta data nel­la sto­ria degli impianti, per questo la vogliamo ricor­dare ogni anno con delle man­i­fes­tazioni». La ricor­ren­za infat­ti, sarà cel­e­bra­ta ven­erdì con l’inaugurazione del nuo­vo ris­torante snack-bar, gesti­to da un noto ris­tora­tore del set­tore, Simone Simon­cel­li. Per il com­plean­no degli impianti, inoltre, si svol­ger­an­no degli intrat­ten­i­men­ti per il pub­bli­co. Il pro­gram­ma prevede alle 11, il ritro­vo a Pra­da per la sali­ta fino alla stazione inter­me­dia del­la bidon­via, dove si tro­va il rifu­gio. Alle 11,30 i salu­ti delle autorità e alle 12 l’esibizione del grup­po Bici­ma­nia, nel bici tri­al. Alle 13 si svol­gerà un momen­to con­viviale con accom­pa­g­na­men­to musi­cale per l’inaugurazione di Mal­ga Pra­da, che si tro­va a 1550 metri di quo­ta e che ha rin­no­va­to ambi­en­ti interni e servizi. Chi­ud­erà gli intrat­ten­i­men­ti l’esibizione di para­pen­dio del grup­po Delta­land di Caprino.

Parole chiave: