Parrocchiani generosi, impegni straordinari per affreschi, vetrate e impianti

La Basilica tira le somme di un anno servono 215 mila euro per il Duom

27/06/2003 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Nel 2003 sono già sta­ti spe­si per inter­ven­ti di sis­temazione del­la Basil­i­ca di Lona­to oltre 355 mila euro, ma per ter­minare i lavori (affres­chi, tin­teggiatu­ra, impianto elet­tri­co, vetrate e altro anco­ra) bisogn­erà aggiungerne altri 215 mila. Sono le cifre più impeg­na­tive dell’esercizio finanziario del­la par­roc­chia del­la Nativ­ità di San Gio­van­ni Bat­tista che si è appe­na con­clu­so. Un bilan­cio che vede entrate per 370 mila euro e uscite per 432 mila. Quin­di un sal­do in neg­a­ti­vo di oltre 61 mila euro. Le ele­mo­sine, ovvero la col­let­ta domeni­cale di ass­es­ta su qua­si 51 mila euro, a cui van­no aggiunte le offerte per le can­dele votive per altri 19 mila e 800. Non indif­fer­ente è anche l’apporto dei fedeli che fre­quen­tano il san­tu­ario di San Mar­ti­no che rien­tra sem­pre nel­la giuris­dizione del Duo­mo di Lona­to. Con­sideran­do la sua illim­i­ta­ta aper­tu­ra alla domeni­ca mat­ti­na in occa­sione di mat­ri­moni, nel cor­so del 2003 sono sta­ti rac­colti oltre 8 mila 400 euro. La cer­i­mo­nia come i tridui, par­ti­co­lar­mente sen­ti­ti nel­la comu­nità lonatese, la pri­ma comu­nione e le cres­ime dei ragazzi, le vis­ite alle famiglie da parte dei sac­er­doti, il bol­let­ti­no par­roc­chiale «La sper­an­za» arrivano altri 10 mila e 600 euro. Nutri­to il capi­to­lo delle entrate stra­or­di­nar­ie, che con­volge anche il cen­tro gio­vanile Pao­lo VI dove da un paio di anni, ha trova­to ospi­tal­ità, la scuo­la agraria. L’istituto, che ha sede a S. Toma­so, una pic­co­la frazione, e che gra­zie alla Provin­cia ed al Comune si sta amplian­do con la costruzione di nuove aule. Provvi­so­ri­a­mente gli stu­den­ti han­no trova­to sis­temazione nelle stanze dell’oratorio. Per ques­ta locazione la par­roc­chia, lo scor­so anno ha incas­sato 68 mila 500 euro. A set­tem­bre con il nuo­vo ciclo sco­las­ti­co l’agrario tornerà nei nuovi edi­fi­ci, ormai in fase di com­ple­ta­men­to. Dal­la Fes­ta del ringrazi­a­men­to è arriva­to alla par­roc­chia un’altra forte col­let­ta di 71 mila euro, dalle don­azioni: 15 mila e 500 e ben 115 mila, come con­tribu­ti per il restau­ro del­la basil­i­ca. Fra le uscite tro­vi­amo 18 mila euro, che sono andati per ver­sa­men­ti e com­pen­si vari, 9 mila e 800 per pagare le fat­ture dell’Enel, del tele­fono, riscal­da­men­to e acqua. Per quan­to riguar­da la basil­i­ca ed il vici­no immo­bile di via Tarel­lo, sem­pre di pro­pri­età del­la par­roc­chia, sono sta­ti spe­si com­p­lessi­va­mente sino al 31 dicem­bre 2003, oltre 517 mila euro. Nonos­tante la forte gen­erosità del­la comu­nità lonatese, mai man­ca­ta del resto neanche in pas­sato, vedi la real­iz­zazione del grande ora­to­rio, ora ser­vono altri sol­di, per com­pletare i lavori in basil­i­ca. In totale: 215 mila euro ripar­ti­ti fra gli affres­chi (60 mila), l’impianto elet­tri­co da met­tere a nor­ma (125 mila) e le vetrate (30 mila).