La cerimonia si è svolta a Desenzano del Garda alla presenza di autorità, familiari ed amici dei premiati dei due nuovi "Cittadini emeriti del Garda"

La Comunità del Garda rende onore a Tullio Ferro e, ad memoriam, a Giorgio Foschini

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

A Gior­gio Fos­chi­ni per l’alto con­trib­u­to dato alla cresci­ta civile, sporti­va e tur­is­ti­ca del­la regione garde­sana. A Tul­lio Fer­ro per l’alto con­trib­u­to dato alla cresci­ta cul­tur­ale e civile del­la regione garde­sana. Queste le moti­vazioni dell’onorificenza di “Cit­tadi­no emer­i­to del Gar­da” di cui sono sta­ti insigni­ti, ad inizia­ti­va del­la , saba­to Gior­gio Fos­chi­ni, medico den­tista e uomo di sport scom­par­so ormai 4 anni fa e Tul­lio Fer­ro, noto gior­nal­ista garde­sano.  Una cer­i­mo­nia, ric­ca di emozione ma sem­plice e pri­va di retor­i­ca, che ha vis­to par­en­ti, ami­ci e ammin­is­tra­tori unir­si intorno a queste due impor­tan­ti fig­ure che, pur non essendo garde­sane di orig­ine (Tul­lio Fer­ro è nato nel Pole­sine, men­tre Gior­gio Fos­chi­ni nel­la Romagna), han­no ded­i­ca­to tem­po, conoscen­za e atten­zioni al Gar­da, rius­cen­do a dare e fare moltissi­mo a favore del­la sua tutela e pro­mozione. È sta­to Aventi­no Frau, pres­i­dente del­la Comu­nità del Gar­da, a ricor­dare questi due per­son­ag­gi, per­al­tro legati tra loro da pro­fon­da sti­ma e grande ami­cizia, sot­to­lin­e­an­do l’impegno, la gen­erosità e la pas­sione con cui entrambe han­no saputo dedi­car­si al lago, con sem­pre rin­no­va­to impeg­no e tena­cia. Con un det­taglia­to omag­gio biografi­co, ha reso omag­gio a Tul­lio Fer­ro Giuseppe Loren­zi­ni, già ammin­is­tra­tore del­la Comu­nità del Gar­da e pres­i­dente dell’Unione garde­sana alber­ga­tori verone­si, anch’esso alber­ga­tore e uomo di cul­tura. Un omag­gio che per­corre una vita pro­fes­sion­ale assai inten­sa che ha vis­to Tul­lio Fer­ro gior­nal­ista impeg­na­to in diverse tes­tate locali e nazion­ali, cro­nista e cura­tore di diverse rubriche tele­vi­sive, come “vedi il lago dal lago” in onda su l’allora Tele Gar­da, di cui ha per anni fat­to parte, scrit­tore di una trenti­na di lib­ri (alcu­ni dei quali sono sta­ti acquisi­ti addirit­tura dal­la bib­liote­ca del Con­gres­so degli Sta­ti Uni­ti d’Amer­i­ca) ded­i­cati in par­ti­co­lare all’approfondimento del­la sto­ria e delle tradizioni garde­sane e artista come pit­tore e scul­tore. Di Gior­gio Fos­chi­ni, mor­to a 81 anni nel 2007, è il già Sin­da­co di Desen­zano del Gar­da Bruno Croveg­lia a ricor­darne la figu­ra e il figlio Domeni­co. Uomo di grande cul­tura, den­tista di pro­fes­sione, esper­to velista, per anni ammin­is­tra­tore del­la Comu­nità del Gar­da con il ruo­lo di Vice Pres­i­dente, nonché gov­er­na­tore del dis­tret­to bres­ciano dei Lions, pres­i­dente del­l’azien­da di sog­giorno di Desen­zano e del­la Lega Navale di Bres­cia. “L’acqua è la vita stessa”era sua abi­tu­dine affer­mare in ogni incon­tro pub­bli­co e il suo impeg­no, a vari liv­el­li, era pro­fu­so per lo stu­dio e la real­iz­zazione di inizia­tive che potessero affer­mare e val­oriz­zare questo impor­tante con­cet­to. Un com­mosso Aventi­no Frau ha sot­to­lin­eato l’importanza di non dimen­ti­care quan­to è sta­to fat­to, chi ci ha accom­pa­g­na­to nel­la cresci­ta cul­tur­ale e di conoscen­za del nos­tro lago. Sono per­sone come Tul­lio Fer­ro e Gior­gio Fos­chi­ni che han­no con­tribuito a miglio­rare sia noi che l’intera regione garde­sana.

Parole chiave: