L’ADAC Trentino Classic entra nel vivoOggi si è svolto il primo tour nella zona del Garda TrentinoA Riva ha dato spettacolo in acqua l’«Amphicar»

L’ADAC Trentino Classic entra nel vivo

17/09/2008 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Ha pre­so il via ques­ta mat­ti­na la quin­ta edi­zione dell’Adac Trenti­no Clas­sic, l’evento orga­niz­za­to dall’Automobil Club tedesco in col­lab­o­razione con la Trenti­no SpA e con le Apt Ingar­da, Rovere­to e Val­la­ga­ri­na, Tren­to, Monte Bon­done e Valle dei Laghi. Le cen­toven­ti vet­ture d’epoca prove­ni­en­ti dal­la Ger­ma­nia (con qualche pres­ti­giosa eccezione) han­no affronta­to il pri­mo tour nel­la zona del Gar­da Trenti­no. Da Riva i parte­ci­pan­ti han­no guida­to alla vol­ta del Lago di Ten­no, pas­san­do poi per Canale e per Arco. Rien­tro, come da pro­gram­ma, a Riva, dove si è brinda­to con un bic­chiere di Fer­rari .Pro­prio in riva al lago ques­ta mat­ti­na ha avu­to luo­go una sim­pat­i­ca dimostrazione di da parte di una vet­tura anfib­ia. Esat­ta­mente una Jwk/Dmw Amphicar del 1963, con­dot­ta dall’appassionato Wern­er Ott, prove­niente da Aschaf­fen­burg, una cit­tad­i­na vic­i­na a Fran­co­forte, che si è imm­er­sa dal­la spi­ag­gia Pur­fi­na sol­can­do per cir­ca mezz’ora le acque bena­cen­si, gra­zie a pic­cole eliche ed uscen­do infine dall’acqua nel por­to di San Nicolò. Si trat­ta di una delle 3.878 vet­ture costru­ite in Ger­ma­nia nel peri­o­do dal 1961 al 1968, le prime auto anfi­bie del­la sto­ria, motor­iz­zate con propul­sori Tri­umph da 1490 cc.La man­i­fes­tazione itin­er­ante per , che negli ulti­mi quat­tro anni ha toc­ca­to tut­ti gli angoli più sug­ges­tivi del­la provin­cia, vede i parte­ci­pan­ti per­cor­rere per quat­tro giorni a bor­do delle pro­prie auto d’epoca sug­ges­tivi itin­er­ari dis­eg­nati nel Gar­da Trenti­no, in Val­la­ga­ri­na, in Valle dell’Adige e in Valle dei Laghi. Domani i cen­toven­ti gioiel­li d’epoca si daran­no appun­ta­men­to a Riva per salire sul Monte Bal­do, toc­can­do anche Bren­ton­i­co, Avio, Ala, Mar­co, Rovere­to e la Vallarsa.Sfilata sulle strade a parte, l’occasione migliore per vedere da vici­no questi veicoli rari e preziosi è offer­ta dal Con­cor­so d’eleganza in pro­gram­ma saba­to in Piaz­za Duo­mo a Tren­to (dalle ore 10,30). Per il diver­ti­men­to di gran­di e pic­ci­ni, si ricor­da inoltre che, in Piaz­za Cate­na a Riva, è sta­to allesti­to anche un sim­u­la­tore di gui­da, una vera e pro­pria mono­pos­to di for­mu­la uno che ripro­duce fedel­mente le vibrazioni e le immag­i­ni che si pro­pon­gono ad un pilota durante un gran pre­mio. È mon­ta­to all’interno del camion dell’Adac e sta ospi­tan­do molte appas­sion­ate scolaresche.