Presentato il libro illustrato di Sandro Vacchelli

L’alto lago sui sentieri della «Grande Guerra»

17/02/2006 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Thomas Bendinelli

Si inti­to­la «Alto Gar­da 90 anni dopo: escur­sioni sui sen­tieri del­la grande Guer­ra» il bel vol­ume scrit­to da San­dro Vac­chel­li, operaio metalmec­ca­ni­co di 56 anni con la pas­sione per le passeg­giate in mon­tagna e per la ricer­ca stor­i­ca. «Non sono uno scrit­tore ma un metalmec­ca­ni­co che ora ha tem­po essendo in cas­sa inte­grazione — pone come pre­mes­sa l’autore -. E così negli ulti­mi mesi, dopo avere gira­to in lun­go e in largo tut­ti i sen­tieri dell’Alto Gar­da ho sen­ti­to la neces­sità di non lim­i­tar­mi al pae­sag­gio ma provare a conoscere e capire cosa si incon­tra lun­go il cam­mi­no». Il risul­ta­to è un rac­con­to det­taglia­to, correda­to da numerose fotografie e car­tine, di ben 32 sen­tieri dell’entroterra garde­sano: «Ogni itin­er­ario ha un box di sto­ria locale o di even­ti del­la Grande Guer­ra — spie­ga Vac­chel­li -: è un’operazione non fre­quente che vuole dare sen­so e iden­tità ai luoghi che si attra­ver­sano». Il libro, stam­pa­to in 1000 copie, non è in com­mer­cio ma è il frut­to di un’intelligente oper­azione di spon­sor del­la Elec­tromet­al di Casteg­na­to, il cui tito­lare ha pen­sato che ai pro­pri cli­en­ti potesse far piacere rice­vere come omag­gio natal­izio un libro di sto­ria ed escur­sion­is­mo in mon­tagna invece del soli­to panet­tone. Appas­sion­a­to di mon­tagna fin da bam­bi­no, San­dro Vac­chel­li conosce fin nei det­tagli l’Alto Gar­da, aven­dovi lavo­ra­to per 32 anni e aven­do i par­en­ti a Cos­ta di Gargnano. Nelle inten­zioni dell’autore «Alto Gar­da» è la pri­mo di una serie di tre pub­bli­cazioni: «I prossi­mi due lib­ri — affer­ma — saran­no sui sen­tieri in tem­po di pace e sul­la geolo­gia e botan­i­ca del­la zona». San­dro Vac­chel­li non abi­ta però sul , ma in cit­tà, al vil­lag­gio Pre­alpino, in sec­on­da cir­co­scrizione. Questo spie­ga il moti­vo per cui il libro è sta­to pre­sen­ta­to ieri nel­la sede cir­co­scrizionale di via Colle di Cadi­bona: «E’ doveroso da parte nos­tra dare spazio alla pro­duzione cul­tur­ale del nos­tro ter­ri­to­rio — spie­ga il vicepres­i­dente Rober­to Cam­mara­ta -: da parte nos­tra oltre a garan­tire la disponi­bil­ità del libro nel­la cir­co­scrizionale avre­mo anche delle copie ad offer­ta lib­era». Per infor­mazioni su come ottenere una copia tele­fonare allo 030 2009398.

Parole chiave: -