Incontro alle Grezze tra i cittadini e la giunta di Fiorenzo Pienazza. Seicentomila euro per la manutenzione ordinaria. Il «nodo» parcheggi

Lavori pubblici, «ecco i nostri impegni»

Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Per Desen­zano sarà un anno di sac­ri­fi­ci e di scar­si inter­ven­ti pub­bli­ci quel­lo appe­na com­in­ci­a­to. Con i tagli del­la finanziaria («dob­bi­amo spendere l’8% in meno del 2004», dice l’assessore al bilan­cio Andrea Palmeri­ni) le opere pub­bliche seg­n­er­an­no il pas­so. L’investimento a bilan­cio si attes­ta in cir­ca 10 mil­ioni di euro, molto di meno rispet­to al pro­gram­ma iniziali e, poi nel 2007 si vedrà. In ogni caso, come ha assi­cu­ra­to l’assessore Rodol­fo Bertoni inter­ve­nen­do l’altra sera con il sin­da­co Fioren­zo Pien­az­za e i col­leghi Sil­via Colas­an­ti, Mau­ro Guer­ra, Andrea Palmeri­ni e Ade­lio Zanel­li all’incontro pub­bli­co tenu­tosi alle Grezze, saran­no garan­ti­ti i lavori di manuten­zione alle strade e agli edi­fi­ci pub­bli­ci, tan­to che il pre­vis­to bud­get di spe­sa non è sta­to ridi­men­sion­a­to. Ci sono alcune novità. Con­fer­ma­to l’impegno di 600 mila euro per la sola manuten­zione del­la ordi­nar­ia, Bertoni ha annun­ci­a­to l’ampliamento dei parcheg­gi di via Cavour e via Vighen­zi (Desen­zani­no), men­tre a fine aprile sarà ulti­ma­to quel­lo da 250 posti dietro la stazione fer­roviaria. Poi, com­in­cer­an­no i lavori di un altro posteg­gio local­iz­za­to dietro l’ex casa can­toniera Anas tra via Mar­coni e via Lec­co. E per dare un seg­no inequiv­o­ca­bile alla lot­ta con­tro l’inquinamento sem­pre Bertoni ha annun­ci­a­to l’avvio del servizio in mag­gio del bus navet­ta con parten­za dal­la stazione ed arri­vo a Riv­oltel­la, pas­san­do per le piscine e per i cen­tri bal­n­eari. «Met­ter­e­mo cartel­loni infor­ma­tivi dap­per­tut­to, in prossim­ità degli acces­si alla cit­tà — ha garan­ti­to Bertoni — così da scor­ag­gia­re gli auto­mo­bilisti ad entrare con i veicoli». Quan­to all’edilizia pub­bli­ca, il Comune sis­te­merà la parte medievale del Castel­lo (il 1° stral­cio sta per par­tire), costru­irà la nuo­va scuo­la ele­mentare delle Grezze con una sala polifun­zionale a dis­po­sizione del­la popo­lazione. E anco­ra sono pre­visti altri lavori: la sis­temazione di via Niko­la­jew­s­ka, la riduzione del­la veloc­ità delle auto in alcune strade del quartiere con dis­sua­sori ed altri accorg­i­men­ti. Un numeroso pub­bli­co ha accolto l’invito del­la giun­ta a questo pri­mo incon­tro. Inevitabili però sono giunte anche le richi­este e i sol­leciti. Gian­fran­co Com­pagnoni ha, per esem­pio, chiesto lumi sul­la qual­ità dell’acqua pota­bile a dis­po­sizione del quartiere, che nel pas­sato ha cre­ato parec­chi incon­ve­ni­en­ti e dis­a­gi (sab­bia, odore sgrade­v­ole, ecc,) e sul degra­do di una parte del viadot­to fer­roviario. L’assessore ha repli­ca­to ras­si­cu­ran­do che «la situ­azione idri­ca è miglio­ra­ta sen­si­bil­mente, non sono state ril­e­vate dalle ultime anal­isi dell’Asl sostanze dan­nose alla salute, men­tre via Bezzec­ca, dove è sit­u­a­to il viadot­to, è di pro­pri­età delle Fer­rovie del­lo Sta­to: come tale, quin­di, non pos­si­amo real­iz­zare parcheg­gi per lo sta­to di peri­colosità, anzi il Comune ha dovu­to atti­vare una poliz­za assi­cu­ra­ti­va per con­sen­tire il tran­si­to veicolare».