Nonostante il rigore dei «giorni della merla» tanta gente in piazza e tanti bambini mascherati. Successo della prima sfilata con i carri allegorici arrivati da tutta la Valtenesi

Manerba, sotto l’ala di re Maöl

31/01/2005 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Elena Cerqui

Ieri il re del Maöl in una splen­di­da, quan­to fred­da, gior­na­ta di sole ha aper­to i fes­teggia­men­ti del del­la Valte­n­e­si, giun­to quest’anno alla ven­tunes­i­ma edi­zione. La tradizionale man­i­fes­tazione manerbese ha reg­is­tra­to, già alla pri­ma domeni­ca di fes­ta, un grande suc­ces­so di pub­bli­co. Molti nat­u­ral­mente i bam­bi­ni mascherati dai più svariati per­son­ag­gi: dagli eroi dei car­toni ani­mati fino ai tradizion­ali arlecchi­no, fate e principesse. Inoltre quest’anno, com­plice il fat­to che il Carnevale è cadu­to pro­prio nei giorni «del­la Merl», tradizional­mente i più fred­di dell’anno, molti era­no anche i trav­es­ti­men­ti da ani­mali (dai conigli, alle giraffe, agli orsi) che ave­vano il van­tag­gio di essere par­ti­co­lar­mente pesan­ti. Ma i veri pro­tag­o­nisti del Carnevale del­la Valte­n­e­si sono i car­ri alle­gori­ci, che tan­ta fat­i­ca costano ai numerosi volon­tari che vi lavo­ra­no alla prog­et­tazione e costruzione, fino anche ad un paio di mesi pri­ma dell’evento. Ha aper­to la sfi­la­ta il car­ro del Re del Maöl, allesti­to dal­la Pro Loco di Maner­ba che da nove anni orga­niz­za il Carnevale. Il «sovra­no» sedu­to come sem­pre su una botte di del­la Valte­n­e­si (il maol è infat­ti il nome del vit­ig­no da cui nasce il famoso garde­sano) ha invi­ta­to il pub­bli­co a diver­tir­si. Quin­di è sta­ta la vol­ta dei car­ri alle­gori­ci in gara per il tro­feo del Re del Maöl, votati da un’apposita giuria che dove­va val­u­tarne sia la bellez­za del­la real­iz­zazione che l’idea espres­sa. Il pri­mo a sfi­lare, dei quat­tro car­ri in con­cor­so, è sta­to «Cuor di gal­let­to» del grup­po «Chei del car de Muni­ga», pre­ce­du­to da numerosi gal­li, galline, pul­ci­ni, ana­tre e volatili vari, men­tre sul car­ro un enorme gal­lo mec­ca­ni­co s’impennava in sel­la ad una Ves­pa. Il tema è una metafo­ra del­la natu­ra umana,«perché ? rac­con­tano chei del car de Muni­ga — cer­care la gioia nell’emozione è come cor­rer benda­to con la vespina e se non vuoi rischiare un bel ruz­zolone, tien­i­ti stret­ta la tua vec­chia gal­li­na». Quin­di è sta­ta la vol­ta del car­ro allesti­to dal Coor­di­na­men­to grup­pi Pueg­nagh­e­si, «Sof­fia il ven­to d’Oriente», che ha rischi­a­to di non pot­er sfi­lare a causa di un incen­dio ad una parte del­la strut­tura mec­ca­ni­ca ad un paio di giorni dal Carnevale. Ma la pron­tez­za dei volon­tari ha reso pos­si­bile la pre­sen­za del car­ro che, anche in ques­ta edi­zione come nel­la scor­sa, ha un tema d’attualità: l’economia glob­ale. E così alle spalle del­la «lumaca Europa», metafo­ra dell’economia lenta del vec­chio con­ti­nente, tro­vi­amo il dra­go cinese, che con i suoi prodot­ti invade il mer­ca­to, cre­an­do anche non pochi prob­le­mi alle aziende ital­iane. Il car­ro «La sirenet­ta», allesti­to dal grup­po gen­i­tori «Ami­ci di scuo­la», l’oratorio e gli ami­ci di «San Roc­co del­la Pieve» di Maner­ba, ha volu­to cel­e­brare il cinquan­tes­i­mo com­plean­no del­la Dis­ney, con gli abi­tan­ti del mare che per l’occasione han­no las­ci­a­to Dis­ney­land per arrivare a? Maner­ba­land. L’altro car­ro di Maner­ba è «Musi­ca con alle­gria» dei «Ragazzi del Per­li­no» che, con fan­ta­sia e gioia han­no rap­p­re­sen­ta­to il loro modo di inten­dere la vita, piena di alle­gria. Men­tre sul car­ro vi era­no un mae­stro, ed un’orchestra di car­tapes­ta che si esi­bi­vano in un con­cer­to sin­fon­i­co. Alla sfi­la­ta han­no parte­ci­pa­to anche la ban­da e le majorettes di Quaderni di Vil­lafran­ca, la ban­da cit­tad­i­na ed il grup­po fol­cloris­ti­co «I Giop­pi­ni di Berg­amo». Domeni­ca prossi­ma si repli­ca con la sec­on­da sfi­la­ta, ed è atte­sa anche la pre­sen­za di altri car­ri alle­gori­ci. Una nuo­va giuria effettuerà le votazioni che, som­mate a quelle del­la pri­ma sfi­la­ta, eleg­ger­an­no il Re del Maöl che quest’anno ver­rà pre­mi­a­to la sera di mart­edì 8 febbraio.

Parole chiave: -

Commenti

commenti