Manuel Brentegani, di Sirmione, è il nuovo campione italiano dell’estremo Downhill

01/07/2016 in Attualità
Di Redazione

È una forza del­la natu­ra, un cam­pi­one nato: il sirmionese Manuel Brente­gani, 18 anni e una pas­sione per il “pat­ti­nag­gio down­hill”, nel 2015 ha con­quis­ta­to tut­ti i titoli in palio.

È una sor­ta di acro­ba­ta dei pat­ti­ni in lin­ea, cam­pi­one di una dis­ci­plina poco conosci­u­ta e anco­ra piut­tosto di nic­chia, rispet­to al più popo­lare cal­cio.

Pro­prio questo fine set­ti­mana (2/3 luglio) Manuel è impeg­na­to a con­quistare il tito­lo ital­iano 2016 all’Ambrose Down­hill Chal­lange  a Sant’Ambrogio di Valpol­li­cel­la con il suo club, Asd Roller­show,  che fes­teg­gi quest’anno i dieci anni di attiv­ità con cir­ca 170 tesserati.

Sono otto anni che Manuel, gio­vane ma molto deter­mi­na­to, prat­i­ca questo sport e dal 2016 è pas­sato nel set­tore ago­nis­ti­co. Ave­va inizia­to in terza ele­mentare con il pat­ti­nag­gio di base e pochi anni dopo, tramite l’associazione Gardala­go ha conosci­u­to Mas­si­mo Bavieri, che è poi diven­ta­to il suo istrut­tore di down­hill; pian piano si è così avvi­c­i­na­to e appas­sion­a­to a ques­ta spe­cial­ità estrema che lo vede sfrec­cia­re in disce­sa lib­era fino agli 80 km/h.

«Per prati­care questo sport estremo – rac­con­ta l’allenatore di Manuel, Mas­si­mo Bavieri, pres­i­dente del Club Asd Roller­show e a sua vol­ta un fuori­classe del down­hill, anche lui in gara come Mas­ter over 40 – occor­rono mol­ta preparazione, costan­za, con­cen­trazione e anche una buona dose di sangue fred­do. Manuel è un tipo deciso, è un cam­pi­one come ce ne sono pochi, e quan­do è in gara “fun­ziona a risparmio ener­geti­co”: sta a riposo fino all’ultimo, sem­bra qua­si che dor­ma, ma al momen­to del­la gara scat­ta come una saet­ta e por­ta a casa il risul­ta­to!».

È uno sport ris­chioso, Manuel ne è con­sapev­ole e lo ha sem­pre affronta­to con grande seri­età. Papà Luca lo appog­gia, la mam­ma è meno entu­si­as­ta e un po’ più pre­oc­cu­pa­ta. Ma fer­mare un cam­pi­one che viag­gia agli 80 chilometri orari, si sa, non è impre­sa facile!

Manuel BrenteganiOggi Manuel si allena con il Club Roller Show Asd, al velo­dro­mo di Mon­tichiari, impianto ido­neo agli sport di veloc­ità. Tut­ti i mart­edì sera d’estate, con altri atleti, è pro­tag­o­nista con le sue stu­pe­facen­ti acrobazie degli spet­ta­coli al Gar­da Vil­lage. La sua stan­za è piena di medaglie, rac­con­ta, ma fino­ra nes­suna cop­pa. Chissà che la prossi­ma non arrivi pro­prio al Cam­pi­ona­to ital­iano di disce­sa che si ter­rà vici­no a casa sua, il 2–4 set­tem­bre, nel­la cit­tà di Peschiera del Gar­da! Sono atte­si gran­di cam­pi­oni nazion­ali per l’evento sporti­vo che ospiterà lo skate slalom per tutte le cat­e­gorie.

La squadra “senior” in cui gareg­gia attual­mente Manuel è com­pos­ta anche da: Andrea Gat­ti, Mas­si­m­il­iano Bedin, Rena­to Pen­nu­ti, Mat­teo Nacle e, uni­ca don­na, la gio­vane desen­zanese Ari­an­na Ono­rati.