L’attività del gruppo sportivo di tiro, attivo dagli anni Sessanta. Il momento-clou della stagione sarà la «Castagna d’oro»

Migliaia di piattelli nel mirino

27/02/2003 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Bruno Festa

Nel miri­no fini­ran­no oltre 115 mila piat­tel­li, forse anche 120 mila. Il 2003 si pre­sen­ta all’in­seg­na del­l’ot­timis­mo per il Grup­po sporti­vo «Pog­gio dei Castag­ni», atti­vo da ben 42 anni nel­l’al­to Gar­da. Il sodal­izio gestisce il cam­po di tiro di Verzel­li­na, a un quar­to d’o­ra di dis­tan­za dal lago, lun­go la Provin­ciale ver­so la Valvesti­no. Si trat­ta di uno delle cinque «fos­se» di tiro anco­ra oper­a­tive nel­la nos­tra provin­cia: le altre si trovano a Gam­bara, Tren­zano, Con­caverde di Lona­to e Ghe­di. In quest’ul­ti­ma si prat­i­ca il tiro all’el­i­ca. L’an­no appe­na inizia­to sarà pun­teggia­to da ven­tidue man­i­fes­tazioni, che seg­n­er­an­no i mesi dal­la pri­mav­era a inizio autun­no. Tra tutte spic­ca la «Castagna d’oro», gara di prim’or­dine in pro­gram­ma il 7 luglio, con un mon­tepre­mi di oltre 5.000 euro e che vedrà asseg­nare al vinci­tore pro­prio una castagna in oro. Altri appun­ta­men­ti di rilie­vo saran­no rap­p­re­sen­tati dal­la parte­ci­pazione al Cam­pi­ona­to regionale per soci­età, che si dis­put­erà il 2 giug­no. La com­pagine garde­sana ten­terà, inoltre, di pren­der­si una riv­inci­ta, rag­giun­gen­do anche la qual­i­fi­cazione al Cam­pi­ona­to nazionale (fine set­tem­bre), cer­can­do così di ripa­gar­si del­lo smac­co subito lo scor­so anno quan­do per un sof­fio (un solo piat­tel­lo) vide svanire la qual­i­fi­cazione. Nel frat­tem­po il pres­i­dente, Ful­vio Bertan­za, e la diri­gen­za del grup­po (com­pos­ta da Domeni­co Samuel­li, Michelan­ge­lo Lom­bar­di, Ste­fano Tav­erni­ni e Ita­lo Rubinel­li) fan­no i con­ti. Il numero dei tesserati è in asce­sa e adesso si aggi­ra sulle 60 unità. Niente male per un sodal­izio che ha inizia­to la sua attiv­ità nel giug­no 1961. Quan­to alla pas­sa­ta sta­gione sporti­va, il con­sun­ti­vo par­la di 115.000 piat­tel­li lan­ciati nelle 24 gare dis­pu­tate (3 in più rispet­to al 2001). Nel cam­pi­ona­to sociale si sono imposti Rober­to Pasi­ni (sec­on­da cat­e­go­ria) e Bruno Agos­ti­ni (terza cat­e­go­ria). Il Cam­pi­ona­to cac­cia­tori alto Gar­da, su tre prove, se lo è aggiu­di­ca­to Mar­cel­lo Fes­ta, il sin­da­co di Gargnano. Tra gli altri risul­tati inter­es­san­ti spic­cano due pri­mi posti in gare del Cam­pi­ona­to regionale: li han­no con­quis­ta­ti Fer­nan­do Caim e Davide Chio­da, entram­bi di sec­on­da cat­e­go­ria. La man­i­fes­tazione più ril­e­vante, la «Castagna d’oro» del­la quale si attende quest’an­no la repli­ca, è anda­ta a Luciano Minel­li, che si impos­to fra tira­tori apparte­nen­ti a pri­ma, sec­on­da e terza cat­e­go­ria.