All’istituto Carnacina

Nasce il tecnico specializzato nei servizi sociali

13/01/2006 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Stefano Joppi

Si com­ple­ta l’offerta for­ma­ti­va nel ter­ri­to­rio Gar­da-. All’istituto pro­fes­sion­ale «Car­naci­na», nel­la sede stac­ca­ta di Gar­da, par­tirà con il prossi­mo anno sco­las­ti­co il nuo­vo cor­so per for­mare oper­a­tori e tec­ni­ci spe­cial­iz­zatinei servizi del sociale. Si trat­ta di un per­cor­so d’istruzione supe­ri­ore del­la dura­ta di cinque anni, sud­di­visi in un tri­en­nio e in bien­nio, che pro­pone un cor­so ori­en­ta­to su materie uman­is­tiche e psi­co­logiche. Tra le dis­ci­pline pre­viste dal pro­gram­ma, oltre a quelle di area comune di carat­tere for­ma­ti­vo gen­erale, si trovano anche scien­ze dell’educazione, musi­ca, dis­eg­no e psi­colo­gia. Gli sboc­chi pro­fes­sion­ali per i futuri diplo­mati, che preferi­bil­mente devono essere moti­vati da un par­ti­co­lare inter­esse per i prob­le­mi di carat­tere sociale, sono preva­len­te­mente nelle coop­er­a­tive per ani­mazione, nei , nelle Asl, negli isti­tu­ti per anziani, nelle comu­nità infan­tili e nelle asso­ci­azioni per il recu­pero e l’assistenza delle per­sone dis­abili. Al ter­mine del quin­to anno il con­segui­men­to del diplo­ma di tec­ni­co dei servizi sociali offrirà la pos­si­bil­ità, per chi vuol pros­eguire gli stu­di, di accedere a qual­si­asi facoltà uni­ver­si­taria con nat­u­rale sboc­co ver­so Scien­ze del­la for­mazione e dell’Educazione. Non nasconde la sod­dis­fazione per l’attivazione di questo nuo­vo cor­so Anna Maria Silin­gar­di, diri­gente sco­las­ti­co dell’Istituto supe­ri­ore «Lui­gi Car­nic­i­na» con sede cen­trale a . «Con ques­ta sig­ni­fica­ti­va inno­vazione nell’offerta sco­las­ti­ca andi­amo a com­pletare la pro­pos­ta for­ma­ti­va per i ragazzi», com­men­ta la dot­tores­sa Suilin­gar­di, «non solo di quel­li del nos­tro ter­ri­to­rio, recepen­do una pre­cisa richi­es­ta che era sta­ta avan­za­ta nei mesi scor­si dai sin­daci del­la Riv­iera degli Olivi e del suo entroter­ra. Pro­pos­ta che final­mente è sta­ta recepi­ta dal­la Regione e che ora si con­cretizzerà a set­tem­bre con l’inizio del nuo­vo anno sco­las­ti­co». Gli stu­den­ti e le famiglie che sono inter­es­sate a questo nuo­vo cor­so pos­sono tele­fonare diret­ta­mente alla sede di Gar­da (045/7256240) e vis­itare la scuo­la mer­coledì prossi­mo, 18 gen­naio dalle 18 alle 21.

Parole chiave: