Samarcanda, in chiusura poesie dialettali di Canossi. Sono 160 gli espositori della mostra-mercato di antiquariato

Nel fine settimana al Centro Fiera

01/02/2003 in Manifestazioni
Di Luca Delpozzo
f.d.c.

Chi­ude domani Samar­can­da, orga­niz­za­ta dal­la Staff Ser­vice negli ampi spazi del . Si trat­ta del­la Mostra-mer­ca­to di anti­chità, mod­ernar­i­a­to, collezion­is­mo ed ogget­tis­ti­ca, giun­ta alla 15° edi­zione. Gli oltre 160 espos­i­tori han­no aper­to i loro stand in uno spazio di 6000 metri quadri, già da saba­to 25 gen­naio. «A Samar­can­da si può spaziare in ogni set­tore lega­to all’an­ti­co ed al collezion­is­mo — ha sot­to­lin­eato Car­lo Miot­to, ammin­is­tra­tore di Staff Ser­vice — conce­den­dosi durante una grade­volis­si­ma visi­ta di las­ciar scor­rere lento il tem­po e stac­car­si dalle pres­sioni del quo­tid­i­ano». La molteplic­ità di offerte è davvero molto ampia, prove­niente da anti­quari che han­no rag­giun­to Mon­tichiari da ogni parte d’I­talia. Il vis­i­ta­tore può trovare nelle vetrine dai mobili ai dip­in­ti, dai gioiel­li ai quadri, dai tap­peti alle ceramiche, dalle stampe alle scul­ture, poi tes­su­ti e rica­mi, il tut­to a prezzi abbor­d­abili per tutte le tasche. Una man­i­fes­tazione che si iden­ti­fi­ca quest’an­no anche con il ritorno alla tradizione bres­ciana con la pre­sen­za del­l’­opera indis­cus­sa di Ange­lo Canos­si, grande poeta bres­ciano. Un suc­ces­so per questo even­to col­lat­erale e per pro­porre al meglio i diver­si aspet­ti del­la bres­cian­ità, Euge­nio Gan­delli­ni in queste ore sta pre­sen­tan­do ai vis­i­ta­tori il Cd con la voce aut­en­ti­ca di Canos­si, incisa ses­san­t’an­ni fa, ha trasfor­ma­to in realtà appas­sio­n­ante un’idea orig­i­nale. Ogni giorno, durante la Mostra-mer­ca­to di Anti­chità Samar­can­da, nel­lo spazio che ospi­ta i doc­u­men­ti vocali di Ange­lo Maria Canos­si, saran­no pre­sen­ti artisti di alto liv­el­lo. Ci saran­no, nel­l’or­dine, per­for­mance di Tiziano Cer­vati, reg­ista ed attore, attual­mente impeg­na­to con l’opera teatrale «Forse ac o forse gnac» un per­cor­so stori­co-let­ter­ario con il prof. Leonar­do Urbinati, la musi­ca dialet­tale bres­ciana, con il cele­bre can­tau­tore Francesco Bragh­i­ni, lo stes­so Euge­nio Gan­delli­ni, con le poe­sie in dialet­to di Canos­si (nel­l’in­tera gior­na­ta odier­na) e, per con­clud­ere, domani, la pre­sen­za dei rap­p­re­sen­tan­ti del Grup­po del­la del­l’Oltremel­la. Per infor­mazioni: Euge­nio Gan­delli­ni ‑Tel. 335.7501270 oppure Rober­to Baruc­co-Uffi­cio stam­pa Staff Ser­vice- Tel 340.4721337 — 030.226425.