Due appuntamenti a partire da sabato nella cittadina della Riviera

Nuoto e pallanuoto nel Garda: gli sport d’acqua vanno al lago

Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

 La tra­ver­sa­ta Tor­ri-Mader­no: dopo la nuo­ta­ta una fes­ta all’aperto Sport d’acqua diret­ta­mente nel lago per dare spet­ta­co­lo. Saba­to nel Gar­da si svol­gerà la quar­ta Tra­ver­sa­ta a nuo­to da Tor­ri a Mader­no, lun­go la rot­ta del traghet­to, orga­niz­za­ta dall’Aido (grup­po di San Felice, guida­to da Fioren­zo Mas­neri) con fes­ta finale aper­ta a tut­ti. La set­ti­mana suc­ces­si­va, il 17, Tor­neo di pal­lan­uo­to davan­ti al Lido Azzur­ro, a cura del Gam team Brescia.La pre­sen­tazione delle due man­i­fes­tazioni d’acqua è avvenu­ta ieri mat­ti­na a Palaz­zo Bena­mati. Gli onori di casa li han­no fat­ti Giambat­tista Ita, con­sigliere comu­nale del­e­ga­to allo sport, gli asses­sori Agosti­no Berta­sio e Giu­liana Capuc­ci­ni. Tra i pre­sen­ti Gior­gio Lam­ber­ti, pri­ma­tista mon­di­ale dei 200 stile libero.Ben 65 gli iscrit­ti alla tra­ver­sa­ta dal­la spon­da veronese a quel­la bres­ciana, lun­ga 7 chilometri. Proven­gono da tut­to il nord Italia, e c’è pure un con­cor­rente irlandese.Il ritro­vo dei nuo­ta­tori, tra le 15 e le 15.45, nei pres­si del por­tic­ci­o­lo di Tor­ri. La parten­za è pre­vista per le 16.30; l’arrivo, davan­ti all’ex cam­po ippi­co, attorno alle 18.30. Potrebbe esser­ci qualche vari­azione in caso di cat­tive con­dizioni meteo. I parte­ci­pan­ti saran­no con­trol­lati da barche e canoe. Il lago non va mai sot­to­va­l­u­ta­to: la pru­den­za non bas­ta mai.IN SERATA, nell’ex cam­po ippi­co, si svol­gerà una fes­ta con stand gas­tro­nom­i­co (in par­ti­co­lare, spiedo), musi­ca, intrat­ten­i­men­to e premiazioni.Anche se di cias­cun con­cor­rente saran­no pre­si i tem­pi, si trat­ta di una non com­pet­i­ti­va. Nel 2007, alla pri­ma edi­zione, si sono pre­sen­tati in 12: cinque valsab­bi­ni, cinque riv­ieraschi (di Salò, S.Felice e Toscolano Mader­no), uno di Mus­co­l­ine e un mon­ta­naro (di Madon­na di Campiglio). Nel 2008 sono sta­ti 40, e il vinci­tore ha imp­ie­ga­to un’ora e 45 minu­ti. L’anno scor­so una cinquan­ti­na. Davide Man­del­li del­la Geas di Ses­to S. Gio­van­ni si è impos­to in 2 ore e 5 minu­ti, fre­na­to dalle cor­ren­ti avverse. A Michela Zanola (terza), del­la Camu­na Acquat­i­ca, è anda­to il tro­feo del­la dona­trice: rap­p­re­sen­ta un’ancora lega­ta a una bit­ta, e viene mes­so in palio da Giampiero Menoni. La tra­ver­sa­ta è inseri­ta nel cir­cuito Gar­dathlon, che ha l’obiettivo di procla­mare l’iron man del lago, al ter­mine di una serie di prove (moun­tain bike, cor­sa podis­ti­ca, canoa, nuoto).Sabato 17 toc­cherà alla pal­lan­uo­to. 16 squadre daran­no vita, dalle 10 alle 18, a un tor­neo su un ret­tan­go­lo d’acqua dinanzi al lido Azzur­ro.