Garda Uno: nuovi orari e ampliamento del centro di raccolta di Salo’  

08/07/2018 in Garda Uno
A Salò
Iscriviti al nostro canale
Di Redazione

Molte le novità arrivate di recente al centro di raccolta intercomunale di via Fermi, a Cunettone di Salò, utilizzato dalle popolazioni di San Felice del Benaco, Puegnago e, naturalmente, anche di Salò.

Innanzitutto, è stato modificato l’orario per agevolare i privati cittadini e le aziende nel conferire i rifiuti all’isola ecologica che, con l’ormai avviata stagione turistica che coinvolge le località della riviera del Garda, vede aumentare in maniera esponenziale il numero dei suoi utilizzatori. Gli orari concordati con le amministrazioni locali, scattati di recente, saranno dal lunedì al sabato dalle 14 alle 19, mentre la domenica l’orario rimarrà invariato (15.30 – 19.30).

Inoltre, è stata prevista la realizzazione del nuovo centro di raccolta, un investimento di 500mila euro che renderà molto più funzionale e sicuro l’utilizzo del servizio. Si tratta di un ampliamento dell’area ad est della struttura, oggi relegata a deposito non funzionale.

Non a caso, rammenta il dirigente responsabile del settore Igiene urbana di Garda Uno, Massimo Pedercini, “tutti conosciamo i grandi risultati ottenuti dai comuni gestiti dalla nostra multiutility con il sistema ‘porta a porta’, alcuni dei quali con percentuali superiori al 75%.”

Le ragioni di questo riordino messo in cantiere da Garda Uno scaturiscono dall’esigenza non più prorogabile di offrire un utilizzo più rapido ed ordinato da parte dei privati e delle aziende dell’isola ecologica di Cunettone.

Spiega ancora Pedercini: “Il sito è utilizzato anche dagli operatori del servizio territoriale (porta a porta) che per motivi gestionali conferiscono i rifiuti all‘interno dei container per poi avviarli al recupero o allo smaltimento. Per questioni di sicurezza – aggiunge il dirigente – si è reso, inoltre, indispensabile attuare delle procedure per limitare la commistione tra utenze domestiche e aziendali dagli operatori del servizio. Ecco, quindi, la decisione di modificare gli orari di apertura in modo da evitare possibili interferenze tra i lavoratori e utilizzatori del servizio”, conclude Pedercini.

E, ancora, saranno realizzati un percorso di ingresso e uno di uscita, e una seconda pesa in uscita che consentirà agli utenti di eliminare i tempi di attesa.

L’area di scarico dei rifiuti diverrà, come si diceva, più estesa e gli spazi di manovra e parcheggio saranno dedicati solamente alle utenze. Infine, l’area di conferimento del vegetale verrà spostata e resa più sicura e usufruibile, mentre verrà realizzata una zona dedicata ai conferimenti degli addetti alla raccolta porta a porta, limitando il più possibile le interferenze.

Quanto alle condizioni di sicurezza e informatizzazione nel centro di raccolta è già presente un sistema informatizzato di controllo degli accessi e di elaborazione dei dati riferiti ai rifiuti ed ai comuni di provenienza. Nel mese di marzo scorso, proprio grazie all’analisi di questi dati, è stato accertato che il flusso degli utenti aveva fatto registrare un’impennata mai avvenuto prima d’ora. Di qui la decisione immediata di Garda Uno di intervenire.

Commenti

commenti