Grande festa per l'associazione di pattinaggio artistico Gardalago, che si sta imponendo come una delle più belle realtà sportive a livello nazionale.

Pattinatrici del Gardalagocampionesse di eleganza

Di Luca Delpozzo
S.MAU.

Nel­la cor­nice del­l’au­di­to­ri­um di San Michele Arcan­ge­lo di Riv­oltel­la si è tenu­to l’in­con­tro di ben­evenu­to a tut­ti i nuovi tesserati, oltre agli auguri per un anno ric­co di entu­si­as­mo e di risul­tati sportivi.Presenti alla cer­i­mo­nia il sin­da­co di Desen­zano Felice Anel­li, quel­lo di Sirmione Mau­r­izio Fer­rari e il pres­i­dente del­l’as­so­ci­azione Pao­lo Zuin insieme ai gio­vani atleti e alle famiglie.Dopo il ben­venu­to e la pre­sen­tazione del­la dit­ta Rover di Sirmione, spon­sor uffi­ciale di quest’an­no, sono sta­ti pre­miati i maestri delle varie spe­cial­ità e le atlete che si sono dis­tinte nei cam­pi­onati ital­iani di pat­ti­nag­gio a rotelle nel 2008; in par­ti­co­lare Anna Mair, cam­pi­ones­sa ital­iana «Esor­di­en­ti solo dance», Francesca Fio­rat­ti cam­pi­ones­sa ital­iana «Allievi solo dance» e tut­ta la squadra Gardala­go che si è diplo­ma­ta cam­pi­one regionale di specialità.«Molte le com­pe­tizioni e le man­i­fes­tazioni in cui le nos­tre pat­ti­na­tri­ci han­no gareg­gia­to — ha spie­ga­to il pres­i­dente Zuin -.Tutte le nos­tre ragazze si sono cimen­tate al mas­si­mo delle loro poten­zial­ità, rag­giun­gen­do ognuna il pro­prio suc­ces­so e miglio­ran­do il pro­prio tra­guar­do per­son­ale. Dalle più pic­cole dei tro­fei provin­ciali, alle più esperte nelle com­pe­tizioni nazion­ali, han­no por­ta­to sulle piste grazia, ele­gan­za, costan­za, deter­mi­nazione e dis­ci­plina, il tut­to coa­d­i­u­va­to dal­la costante pre­sen­za degli allena­tori in tutte le specialità».Grazie a questi suc­ces­si, Gardala­go si con­fer­ma asso­ci­azione cam­pi­one Regionale nel­la spe­cial­ità «Solo dance» e, ad oggi, è tra le prime sei posizioni del­la clas­si­fi­ca gen­erale delle cinquan­ta asso­ci­azioni lombarde.«La squadra — spie­ga Zuin — è inten­zion­a­ta a ricon­fer­mare i suc­ces­si delle pro­prie atlete e ad ampli­are le pro­prie pro­poste for­ma­tive nel­la nuo­va pista cop­er­ta di Riv­oltel­la, che si spera pos­sa essere presto disponi­bile, risol­ven­do cosi l’an­nosa e cron­i­ca man­can­za di una pista rego­la­mentare des­ti­na­ta a questo sport».