La scoperta dell’appassionato Ercolano Gandini Nel ’32 toccò terrà dopo l’ascensione stratosferica

«Piccard è atterrato qui»

27/08/2002 in Curiosità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Pozzolengo

Una sin­go­lare man­i­fes­tazione si è svol­ta nei giorni scor­si in piaz­za a Poz­zolen­go: è sta­to infat­ti cel­e­bra­to il 70esimo anniver­sario dell’ascensione stratos­fer­i­ca in aerosta­to del cele­bre pro­fes­sor August Pic­card. Alla cer­i­mo­nia era­no pre­sen­ti il sin­da­co , l’assessore Ric­car­do Saet­ti e il pres­i­dente del­la Pro loco Mar­co San­ti­ni. Ma che c’entra Poz­zolen­go con ques­ta ascen­sione del 1932 vis­to che, per le cronache, il pal­lone guida­to da Pic­card atter­rò nel comune di Vol­ta Man­to­vana? Il mis­tero l’ha sve­la­to Ercolano Gan­di­ni, man­to­vano di nasci­ta e poz­zolengh­ese d’adozione. Il ragion­ier Gan­di­ni, appas­sion­a­to filatelico, anni fa sco­prì che una delle 50 buste trasportate da Pic­card nel suo volo con il pal­lone aero­sta­ti­co ave­va l’affrancatura di parten­za con annul­li svizzeri: era par­ti­to infat­ti da Duben­dorf. Ma l’annullo di arri­vo era delle , serie impe­ri­ale 1926–1930; uno di questi annul­li era sta­to impres­so dall’Ufficio postale di Poz­zolen­go. Per­chè dunque, se il pal­lone era sce­so a Vol­ta Man­to­vana, c’era l’annullo di Poz­zolen­go? Ecco la spie­gazione di Gan­di­ni: «Pic­card è sce­so in ter­ri­to­rio di Poz­zolen­go, ma trop­po vici­no a una lin­ea elet­tri­ca. Per pau­ra che l’aerostato finisse sui fili, sgan­ciò la zavor­ra, si alzò e scese poi a Vol­ta. «Ma — aggiunge Gan­di­ni — la legge inter­nazionale del volo aero­sta­ti­co sta­bilisce che il volo finisce lad­dove si toc­ca ter­ra. Inoltre, recen­te­mente sono entra­to in pos­ses­so del diario di viag­gio tradot­to dall’originale del 1932 e pos­so con­fer­mare che il pal­lone atter­rò in ter­ra man­to­vana, ma il viag­gio ter­minò a Poz­zolen­go. D’altronde, lo stes­so Pic­card nel suo diario chiarisce che da una ver­i­fi­ca suc­ces­si­va, il viag­gio deve riten­er­si con­clu­so in ter­ra poz­zolengh­ese». Comunque a Poz­zolen­go Pic­card si è fer­ma­to, e lo con­fer­ma la foto nel­la quale dis­tribuisce auto­grafi in piaz­za San Mar­ti­no: e sul­la sin­is­tra c’è il por­tone di Palaz­zo Brighenti.

Parole chiave: -