Dopo la visita del neo sindaco della città dell’Alta Baviera

Prodotti del Garda e del Baldo sulle tavole di Norimberga

05/11/2002 in Enogastronomia
Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo
Bardolino

Norim­ber­ga in diret­ta con . Il neo sin­da­co del­la cit­tà dell’Alta Baviera, Ulrich Maly, è sta­to in questi giorni ospite del­la cit­tad­i­na tur­is­ti­ca lacus­tre. Uno scam­bio di cortese ospi­tal­ità dopo che nel feb­braio scor­so una del­egazione del Comune di Bar­dolino, gui­da­ta dal sin­da­co Arman­do Fer­rari, era sta­ta invi­ta­ta a pre­sen­ziare alla Fiera del tem­po libero, gia­r­di­nag­gio e tur­is­mo di Norim­ber­ga. Uno scam­bio di corte­sie avvi­a­to anco­ra tre anni or sono quan­do l’allora sin­da­co Scholz era sta­to insigni­to come ambas­ci­a­tore del . Nell’aprile scor­so con il cam­bio del­la guardia e l’elezione del nuo­vo «Ober­bürg­er­meis­ter», Ulrich Maly buon conosc­i­tore dell’Italia e con l’hobby del­la cul­tura del vino, non ha per­so tem­po per rin­sal­dare gli otti­mi rap­por­ti con il e Bar­dolino in par­ti­co­lare. Da qui il rice­vi­men­to in munici­pio, avvenu­to la scor­sa set­ti­mana, con la Giun­ta al com­ple­to che ha accolto il sin­da­co del­la cit­tà bavarese, pas­sa­ta alla sto­ria anche per i pro­ces­si ai crim­i­nali nazisti, accom­pa­g­na­to dal­la sig­no­ra Petra e dai figli Anna e Paul, dall’assessore Franz Ghep­ard e dall’addetto agli scam­bi cul­tur­ali Dami­ano Cal­abrese. Incon­tro poi allargatosi agli oper­a­tori eco­nomi­ci del tur­is­mo e vitivini­coli del Bar­dolino con visi­ta alle can­tine Riz­zar­di. «L’Alta Baviera, in par­ti­co­lare Norim­ber­ga rap­p­re­sen­tano un baci­no tur­is­ti­co di notev­ole valen­za per il lago di Gar­da», sot­to­lin­ea Ste­fano Tagli­a­fer­ri asses­sore al Tur­is­mo di Bar­dolino, «ed è quin­di nos­tra inten­zione e inter­esse a svilup­pare le relazioni con scam­bi cul­tur­ali e com­mer­ciali. Alla prossi­ma fiera di feb­braio del «Freizeit, Garten e Touris­tik» sare­mo quin­di pre­sen­ti a Norim­ber­ga con le nos­tre tradizioni ma anche con uno stand per pre­sentare non solo i vini e olio del­la zona lacus­tre ma anche salu­mi e for­mag­gi del e del­la Lessinia.» «Appun­ta­men­to che sarà anche occa­sione», pone in evi­den­za Tagli­a­fer­ri, «di ampli­fi­care conoscen­ze per­son­ali e dare spazio a più appro­fon­di­ti lega­mi turistici».

Parole chiave: - -