Prende corpo il distaccamento dei Vigili del fuoco volontari. Dopo le visite, i corsi: una delegazione a Roma

Pronti ottanta pompieri

Di Luca Delpozzo
Desenzano del Garda

Ormai è fat­ta: Desen­zano avrà il suo dis­tac­ca­men­to dei Vig­ili del fuo­co. Nei giorni scor­si, al Palaz­zo del Tur­is­mo, si sono incon­trati alcu­ni ammin­is­tra­tori del­la cit­tad­i­na e gli orga­niz­za­tori del­la futu­ra caser­ma dei pom­pieri volon­tari. Gli asses­sori Farinel­li e Venieri han­no con­fer­ma­to la volon­tà del­l’am­min­is­trazione desen­zanese di com­pletare velo­ce­mente l’iter nec­es­sario per l’aper­tu­ra del dis­tac­ca­men­to. Infat­ti, durante la riu­nione, è sta­ta comu­ni­ca­ta uffi­cial­mente la vari­azione del­la des­ti­nazione d’u­so del capan­none pos­to allo svin­co­lo del­la tan­gen­ziale nei pres­si del­l’us­ci­ta di Riv­oltel­la, che sarà uti­liz­za­to per il prezioso servizio di volon­tari­a­to. La sede dovrà essere adegua­ta alle esi­gen­ze dei volon­tari, ma sem­bra che i tem­pi non dovreb­bero essere trop­po lunghi, in quan­to c’è una volon­tà trasver­sale di far pro­cedere in fret­ta l’inizia­ti­va. I comu­ni di Desen­zano, Lona­to, Padenghe, Poz­zolen­go, Sirmione han­no approva­to l’ac­cor­do asso­cia­ti­vo che per­me­t­terà lo stanzi­a­men­to delle somme nec­es­sarie per con­tribuire alla ges­tione del servizio. I pro­mo­tori del nuo­vo dis­tac­ca­men­to han­no anche pre­sen­ta­to la nuo­va asso­ci­azione, cos­ti­tui­ta a sosteg­no del­l’inizia­ti­va, bat­tez­za­ta con il nome di Ami­ci dei Vig­ili del fuo­co. Pres­i­dente del­la stes­sa sarà Mar­co Righet­ti che ne ha pre­sen­ta­to le final­ità soci­etarie. «La nos­tra orga­niz­zazione — ha det­to Righet­ti — ha come obi­et­ti­vo il sosteg­no dei Vig­ili del fuo­co in tutte quelle inizia­tive col­lat­er­ali volte a far conoscere l’op­er­a­to dei Vig­ili del fuo­co e a rac­cogliere ulte­ri­ori fon­di per gli indis­pens­abili mezzi e per le attrez­za­ture. Cercher­e­mo inoltre di oper­are col­lab­o­ran­do non solo con le isti­tuzioni che fino a questo momen­to ci han­no dato un con­vin­to sosteg­no, ma anche con le orga­niz­zazioni di volon­tari­a­to già pre­sen­ti sul ter­ri­to­rio in quan­to rite­ni­amo sia indis­pens­abile unire sin­er­gi­ca­mente tutte le forze in cam­po, man­te­nen­do, ovvi­a­mente, cias­cuno la pro­pria iden­tità». Alber­to Piz­zoc­co­lo, capo dis­tac­ca­men­to dei Vig­ili del fuo­co volon­tari di Desen­zano, ha ricorda­to che gli iscrit­ti han­no super­a­to le vis­ite mediche nec­es­sarie per l’ar­ruo­la­men­to e che l’ingeg­n­er Bis­car­di si sta adoperan­do per la for­mazione dei volon­tari con cor­si che com­in­cer­an­no a breve. Gli aspi­ran­ti vig­ili sono ulte­ri­or­mente cresciu­ti diven­tan­do un ottan­ti­na. Ora una loro del­egazione potrebbe con­seg­nare diret­ta­mente a Roma la richi­es­ta di aper­tu­ra del dis­tac­ca­men­to. Gli orga­niz­za­tori si sono quin­di espres­si in modo estrema­mente pos­i­ti­vo sul­l’ac­coglien­za rice­vu­ta fino a questo momen­to e invi­tano quan­ti volessero saperne di più a con­sultare il sito inter­net www. vigilidelfuocodesenzano.it.