Alle 17 un forte acquazzone (per tutti) ma nessun scherzo idiota sulle spiagge di Riva

Quarto Ferragosto senza i «gavettoni»

17/08/2003 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Fer­ragos­to 2003 a Riva: il gavet­tone c’è sta­to, ma per tut­ti indis­tin­ta­mente. Ver­so le 17 da un cielo rab­biosa­mente nero, la piog­gia s’è abbat­tuta su tut­to il lun­go­la­go, pre­ce­du­ta anche da qualche chic­co di gran­dine. Fug­gi fug­gi gen­erale (ma com­pos­to: final­mente un po’ di refrige­rio dopo tan­ta calu­ra!) e archivi­azione del quar­to Fer­ragos­to con­sec­u­ti­vo sen­za scherzi idi­oti sulle super­af­fol­late spi­agge di Riva. I con­trol­li dei vig­ili urbani e dei (tut­ti in borgh­ese) e l’ef­fi­ca­cia delle minac­ciate sanzioni (400 euro e pas­sa) han­no insom­ma blo­ca­to anco­ra una vol­ta chi ave­va la ten­tazione di lan­cia­re sec­chi­ate d’ac­qua a ignari tur­isti. Forse la scioc­ca moda dei gavet­toni è defin­i­ti­va­mente tramontata.

Parole chiave: